La Champions League ha dato i propri verdetti e si è costruito il tabellone delle due semifinali di questa edizione. Barcellona, Liverpool, Tottenham e Ajax sono le magnifiche quattro che si sono qualificate e continuano il sogno di vittoria. Se l'Ajax rappresenta la classica biglia impazzita che può arrivare ovunque, chi rappresenta invece l'esperienza e la solidità è il Barcellona, club da sempre tra i primi in Europa.

Tanto più che ultimamente proprio il Barça appare come la indiscussa favorita per la vittoria di Madrid, grazie alle prestazioni sempre più convincenti. Sia in Europa che in Liga, dove sta dominando e vincendo l'ennesimo titolo. I blaugrana sono trascinati da un Leo Messi in stato di grazia, che ha riportato i catalani in semifinale dopo quattro edizioni. La Pulga è stato l'assoluto protagonista del match di ritorno con il Manchester United.

Proprio Messi sarà il nemico numero uno sulla strada del Liverpool di Klopp, la squadra che l'anno scorso raggiunse la finale di Kiev poi persa malamente contro il Real Madrid. E' lui l'avversario da temere maggiormente, colui che può fare la differenza. Se i reds vorranno ripetersi cercando di vincere questa volta la Coppa a Madrid, dovranno avere la meglio in 180 minuti sulla Pulga e i suoi compagni.

Van Dijk: per fermare Messi ci vuole un'intera squadra

Come farlo non è dato sapere. Messi ad oggi appare insuperabile e a confermarlo è stato lo stesso Virgil Van Dijk che sta già pensando al confronto col Barcellona e alla doppia sfida che lo vedrà a confronto diretto con Lionel Messi: "Come lo fermeremo? Non ne ho la minima idea". Uno dei difensori centrali più forti del momento ammette la propria difficoltà nel pensare a Messi come avversario: "Fermarlo sarà difficile perchè è il miglior giocatore del mondo. Non sarà comunque un uno contro uno, ci saranno anche gli altri giocatori e l'unico modo per difendere bene sarà riuscire a farlo di squadra"