Piccolo contrattempo per Mohamed Salah, il fenomeno dei reds di Klopp che ha subito una distorsione alla caviglia in occasione della partita vinta dal Liverpool sul Leicester. L'ennesima gara conquistata da rissi di Liverpool in Premier League in cui stanno dominando senza avversari avendo conquistato otto vittorie in altrettante giornate. Adesso, l'egiziano è in forte dubbio per il big match del prossimo 20 ottobre quando ripartirà il campionato inglese e il Liverpool sfiderà il Manchester United.

Secondo i media inglesi, l'attaccante egiziano potrebbe anche recuperare in tempo ma è ancora prematuro stilare una tabella di marcia prima degli ulteriori esami strumentali ai quali si sottoporrà il giocatore di Jurgen Klopp. Mohamed Salah si è fatto male dopo essere stato colpito alla caviglia sinistra da un affondo di Hamza Choudhury nel match contro il Leicester.

La mancata convocazione e il recupero

In attesa di capire cosa accadrà e quali siano i reali tempi di recupero una cosa è certa: l'attaccante egiziano non risponderà alla convocazione della propria nazionale per l'amichevole del 14 ottobre contro il Botswana, da cui era già stato dispensato per riposare. Ne approfitterà per recuperare dall'infortunio e testare la caviglia.

Salah-Egitto a nervi scoperti

Intanto non cessano le voci sulla mancata convocazione (pre infortunio) con l'Egitto, una nazionale con cui Salah ha sempre vissuto un rapporto controverso. Con la federcalcio egiziana  si era lamentato per lo scarso livello di sicurezza garantito nel ritiro durante la Coppa d’Africa. Poi, la scelta dello sponsor aveva allontanato giocatore e federazione: Salah è stato a lungo rappresentante di un marchio diverso da quello promosso dalla federazione, creando un evidente conflitto d'immagine. Infine, l'ultima goccia: al Fifa The Best Salah, arrivato quarto, non ha potuto contare sui voti dell’allenatore e del capitano della propria nazionale, per dei vizi di forma