La ventiduesima vittoria in campionato del Liverpool, la quattordicesima consecutiva della banda di Jurgen Klopp, è arrivata al ‘Moulinex Stadium' di Wolverhampton. Il successo contro i ‘Lupi', che ha permesso ai Reds di entrare nel club di quelle poche squadre imbattute da 4o gare di fila, è però arrivato dopo una dura battaglia e soltanto a sei minuti dal termine grazie ad una rete (contestata) di Roberto Firmino.

La formazione di Nuno Espirito Santo si è infatti confermata un osso duro per i Reds, soprattutto per le scorribande di Adama Traoré: ventitreenne attaccante spagnolo, naturalizzato maliano, autore di una partita che ha colpito positivamente Jurgen Klopp. "In alcuni momenti è impossibile giocarci contro. È ingiocabile‘ (‘unplayable‘), ha commentato il tedesco, ponendo l'accento su quanto sia stato difficile marcarlo. "Ovviamente il Wolverhampton non è solo lui, ma Traoré è stato davvero incredibile. Che giocatore!".

Adama Traoré
in foto: Adama Traoré

Klopp non vuol sentir parlare di titolo

Dopo aver coperto di complimenti l'ex prodotto del Barcellona, che in stagione ha messo a referto quattro gol e sette assist, Jurgen Klopp ha poi gettato acqua sul fuoco dell'entusiasmo: "Quando sento dire che potremmo anche perdere sei partite e vincere ugualmente il titolo mi viene da vomitare – ha spiegato il manager del Liverpool – È finita quando è finita. Non prima. Per cui perché mai dovremmo pensare già al titolo?".

"Andiamo avanti concentrati perché è un calendario piuttosto difficile: lo Shewsbury domenica, mercoledì il West Ham, sabato il Southampton. È dura – ha concluso Jurgen Klopp – E dobbiamo trovare soluzioni differenti per differenti partite. Dobbiamo lavorare. Firmino? Ha fatto un gol meraviglioso. Le condizioni di Mané? Mi dispiace per lui. Spero non sia nulla di grave. Forse dovremmo fare a meno di lui la prossima".