Anche i migliori hanno i loro punti deboli e così i campioni d'Europa in carica soffrono un particolare terreno di gioco perché i precedenti del loro allenatore non sono certo positivi: Jurgen Klopp, infatti, non riesce mai ad esprimersi al meglio allo Stadio di Siviglia, il Ramón Sánchez-Pizjuán sua vera e propria bestia nera. Sia alla guida del Mainz che del Borussia Dortmund e, oggi, con il Liverpool, il tecnico tedesco ha sempre faticato a uscire indenne dall'impianto spagnolo.

Il tabù del Sanchez-Pizjuan

Una considerazione che preoccupa Klopp da tempo, per cui l'allenatore degli attuali primatisti in Premier League spera di non doverci più giocare: "Non sono sicuro di quale sia lo stadio migliore in cui mi piace giocare, ma non ho dubbi su quello in cui odio maggiormente giocare: lo stadio del Siviglia. Si crea una atmosfera assolutamente pazzesca. Lo stadio diventa un insieme con il campo, una bolgia dalla quale è difficilissimo uscire indenni”.

Non so se sia una questione personale. Ai tempi del Mainz alla fine finsero la competizione, quando allenavo il Borussia avevo una rosa migliore ma alla fine abbiamo pareggiato. Non siamo stati sufficientemente all'altezza

Il Siviglia, bestia nera

I precedenti di Jurgen Klopp non sono di certo positivi, così come i ricordi che il Sanchez-Pizjuan gli suscita, motivo principale per cui non ha mai battuto il Siviglia in carriera: ha perso una finale di Europa League, a Basilea, nel 2016 contro gli spagnoli  e ha perso anche quando l'ha sfidato sia con il Mainz sia con il Borussia Dortmund.

L'ultimo precedente: 3-3 in Champions

Al Ramon Sanchez-Pizjuan, Klopp non ha mai trovato la vittoria. L’ultimo precedente risale a due anni fa, nella gara valevole per la fase ai gironi di Champions League che terminò con uno spettacolare 3 a 3 tra gli spagnoli e il Liverpool.