Così in campo Le formazioni ufficiali di Fiorentina-Napoli

Mertens e non Milik al fianco di Insigne, capitano, nel Napoli che sfiderà la Fiorentina. Hysaj preferito a Malcuit, a centrocampo torna Fabian Ruiz. Difesa tutta nuova per la Fiorentina con Hancko e Ceccherini dall'inizio, a metà campo c'è Dabo. Davanti Gerson e Chiesa dietro Muriel.

Cambio della guardia Napoli senza Hamsik, il capitano è Lorenzo Insigne

Marek Hamsik ufficialmente non è ancora un giocatore del Dalian Yifang, ma dovrebbe diventarlo la prossima settimana. Lo slovacco ha salutato tutti e a Firenze non ci sarà. Da oggi il capitano a tutti gli effetti del Napoli sarà Lorenzo Insigne, che è cresciuto nel vivaio e ha già disputato 289 partite con la maglia azzurra, 74 i gol.

Le scelte Le probabili formazioni: Mertens o Milik?

Un grande dubbio in avanti. Ancelotti da adesso deve pensare anche all'Europa League e senz'altro Mertens avrà molto più spazio, il belga potrebbe soffiare il posto a Milik. A centrocampo torna Fabian, in difesa non c'è Albiol. Pioli invece punterà ancora su Muriel, Chiesa giocherà in posizione più avanzata, Mirallas preferito al ‘Cholito'.

Difficoltà Napoli con il mal di trasferta

Il Napoli senza Hamsik che ancora non è passato al Dalian Yifang vuole cercare di vincere anche fuori casa. Al San Paolo veleggia, ma lontano da Napoli nelle ultime tre partite esterne non ha segnato nemmeno un gol (e ha perso due volte). La Fiorentina invece l'ultima volta che ha giocato in casa ha segnato 7 gol.

Sfide importanti Un anno fa, 3-0 viola

Fiorentina-Napoli nelle ultime stagioni non è stata mai una sfida banale. Cinque anni fa si sfidarono nella finale di Coppa Italia, pochi giorni prima del Natale del 2016 a Firenze ci fu un favoloso 3-3, nella gara di ritorno si vede un'espressione altissima del Sarrismo. Lo scorso anno Pioli e i suoi chiusero i sogni del Napoli vincendo con un sonoro 3-0, mentre all'andata Ancelotti giocò per la prima volta con il 4-4-2. Adesso non ci saranno novità tattiche, ma tutte e due le squadre vogliono vincere, devono provare a colmare un gap enorme con chi li precede.