Fischio finale Fischio finale: Juventus-Atalanta 1-1, Napoli-Inter 4-1

Juventus-Atalanta finisce 1-1 con Mandzukic che risponde alla rete di Ilicic. Un risultato che tiene vivo il sogno Champions della squadra di Gasperini che con una vittoria sul Sassuolo sarebbe qualificata. Per il Napoli rotondo 4-1 sull'Inter. Nerazzurri che ora dovranno vincere contro l'Empoli al Meazza nell'ultimo turno di campionato per accedere alla Champions.

Espulsione Cartellino rosso per Bernardeschi

La Juventus finisce la gara in 10. Cartellino rosso per Federico Bernardeschi. Entrataccia a piedi uniti e tacchetti spianati del centrocampista che viene giustamente allontanato dal direttore di gara. L'ex viola si scusa con l'attaccante atalantino

Gol Inter Icardi accorcia le distanze su calcio di rigore

L'Inter accorcia le distanze con Mauro Icardi. Il centravanti argentino si conquista un calcio di rigore che realizza con una conclusione perfetta all'angolino. Palla da una parte e portiere dall'altra. 1-4

1-1 La Juventus pareggia con Mandzukic

La Juventus trova il gol del pareggio con Mario Mandzukic. Grande caparbietà dell'attaccante subentrato a Barzagli. Il croato in spaccata devia il pallone da posizione assai defilata sorprendendo Gollini non immune da responsabilità

Poker Napoli-Inter 4-0, doppietta di Fabian Ruiz

Crollo Inter e il Napoli ne approfitta. Fabian Ruiz entra in area dalla sinistra e scarica un gran tiro sul palo di Handanovic. Il portiere non riesce a trattenere ed è il gol del 4-0 per la formazione di Ancelotti

74' Traversa di Lautaro. Entra Insigne per Milik

Anche sfortunata l'Inter che sciupa la palla gol dell'1-3 con Martinez che trova solo la traversa. Intanto Ancelotti cambia inserendo Lorenzo Insigne al posto di Milik autore di una prova generosa

Tris azzurro Terzo gol del Napoli con Fabian Ruiz

Il Napoli dilaga con Fabian Ruiz. Terzo gol della formazione azzurra che ora ha ipotecato il risultato. Azione insistita con Malcuit che dopo un tentativo di Mertens appoggia al centro per lo spagnolo che con un tocco ravvicinato batte ancora Handanovic. 3-0

68' Miracoloso salvataggio di Koulibaly che nega il gol all’Inter

Eccezionale intervento difensivo di Koulibaly. Il difensore con grande intelligenza indietreggia fino a fermarsi sulla linea di porta per deviare di testa e togliere dalla rete una conclusione di Lautaro. Una giocata assolutamente eccezionale per quello che è stato premiato come il migliore difensore della stagione

62' Barzagli esce tra gli applausi di tutti, abbraccio e lacrime con Allegri

E' il momento di salutare Andrea Barzagli. Tutto lo stadio è in piedi per salutare il difensore nell'ultima partita allo Stadium. Abbracci in campo da parte di tutti i giocatori, con un toccante saluto con Massimiliano Allegri. I due si lasciano andare alle lacrime. Poi il centrale si concede un giro di campo sotto la curva

61' Gol di Mertens che raggiunge Attila Sallustro a quota 108 gol con il Napoli

Arriva il raddoppio del Napoli grazie ad un inserimento perfetto di Dries Mertens. Deviazione volante al bacio del belga che segna il gol numero 108 della sua avventura in azzurro raggiungendo Attila Sallustro nella classifica dei top bomber della storia partenopea

59' Striscione dei tifosi della Juventus: “Andrea Barzagli, grazie campione”

Mentre la Juventus sta cercando in campo di produrre il massimo sforzo per pervenire al pareggio sugli spalti, i tifosi salutano Andrea Barzagli. Uno striscione dal contenuto emblematico: "Andrea Barzagli, grazie campione"

Si riparte Inizia il secondo tempo di Napoli-Inter e Juventus-Atalanta. Entra Icardi

Subito una novità per l'Inter in avvio di ripresa. Entra in campo Mauro Icardi che subentra a Politano per una formazione nerazzurra a trazione anteriore. In Juventus-Atalanta, entra Bernardeschi al posto di Alex Sandro ammonito nella prima frazione

Intervallo Fine primo tempo: Juve-Atalanta 0-1, Napoli-Inter 1-0

Si chiudono i primi tempi dei due posticipi della domenica. L'Atalanta è in vantaggio a Torino grazie ad un gol di Ilicic che ha approfittato di una dormita della difesa bianconera. Un gran gol di Zielinski costa lo svantaggio all'Inter al San Paolo. La Dea in questo momento è al terzo posto con due punti di vantaggio sulla squadra di Spalletti

46' Ronaldo s’infuria con l’arbitro e viene ammonito a tempo scaduto

Curioso episodio dopo il fischio finale del primo tempo di Juventus-Atalanta. L'arbitro Rocchi interrompe il gioco con la squadra bianconera in avanti. Ronaldo rincorre l'arbitro e protesta in maniera veemente con gesti plateali. Cartellino giallo per il portoghese che poi torna di corsa negli spogliatoi

43' Callejon vicino al raddoppio

Il Napoli attacca a caccia del raddoppio, mentre l'Inter nonostante il possesso palla non riesce a rendersi pericoloso. Diagonale di Callejon da posizione defilata e palla che esce di un metro e mezzo. Sul ribaltamento di fronte ci prova Politano con una conclusione dalla distanza.

0-1 Gol di Ilicic, Atalanta in vantaggio a Torino

L'Atalanta sblocca il risultato a Torino trovando il gol dello 0-1 con Josip Ilicic. Lo sloveno sugli sviluppi di un corner approfitta di una spizzata di Masiello e con un tocco sul secondo palo spedisce la sfera oltre la linea di porta. Rete pesantissima per la Dea che supera l'Inter e raggiunge il terzo posto.

22' Ramsey allo Stadium, il neoacquisto in tribuna per vedere la sua Juventus

Le telecamere di Sky indugiano sulle tribune dello Stadium, dove oltre a Gigi Buffon non sfugge la presenza del primo neoacquisto della Juventus per la prossima stagione ovvero Aaron Ramsey. Il centrocampista gallese si trasferirà a bianconero nelle prossime settimane, a parametro zero

20' Episodio dubbio a Torino, l’arbitro ricorre al Var ma non concede rigore all’Atalanta

Episodio dubbio a Torino con il direttore di gara che ricorre all'ausilio del monitor a bordo campo. Nel mirino di Rocchi un presunto tocco con il braccio di Alex Sandro. Il direttore di gara considera l'episodio non meritevole di sanzione e calcio di rigore e fa proseguire l'azione con un calcio d'angolo. Il contatto del brasiliano con la sfera sembrava infatti inevitabile.

Rete azzurra Super gol di Zielinski, Napoli avanti

Il Napoli sblocca il risultato con Zielinski. Gran gol del polacco che lascia partire un tiro eccezionale da fuori area che s'insacca nel sette. Non può nulla Samir Handanovic che prova ad allungarsi in tuffo senza fortuna. 1-0 al San Paolo

8' Occasioni d’oro per Ronaldo e Hateboer

Inizio di partita frizzante a Torino. Cristiano Ronaldo da posizione molto favorevole calcia incredibilmente alle stelle dopo pochi minuti. Chance importante anche per l'Atalanta con Hateboer che dall'interno dell'area piccola non trova la porta spedendo la sfera alta sulla traversa

7' Cori e striscioni per Allegri, grande emozione per il tecnico

Cori a ripetizione per Massimiliano Allegri che visibilmente emozionato risponde al saluto della curva con la mano alzata. Striscione per il mister pronto a lasciare la Vecchia Signora a fine stagione: "Uomo fiero, mister vincente. 5 anni di gloria dove hai scritto la storia, grazie Max Allegri"

19 maggio 20:39 Nedved: “Impossibile ripetere ciclo Allegri. Il nuovo allenatore? Stiamo valutando”

Nel pre-partita di Juventus-Atalanta, il vicepresidente della società bianconera Pavel Nedved è intervenuto ai microfoni di Sky. L'ex Furia ceca bianconera, che secondo le indiscrezioni dei giorni scorsi avrebbe spinto per un addio di Allegri ha voluto chiarire la sua posizione: "Devo chiarire che non ero alla conferenza per motivi di lavoro. Non potevo cancellare o spostare. La parte nella vicenda è della società, prendere una decisione, una fine di un ciclo in modo naturale, un ciclo chiuso in modo importante, difficile da ripetere, immenso, undici trofeo, quasi tutto quello che è stato chiesto, bisogna fare i complimenti a lui ed a Andrea Barzagli".

Perché la Juventus ha deciso di non proseguire con Allegri? Nedved ha parlato di un ciclo finito che sarà difficile da ripetere: "Nessun elemento ma solo una fine naturale, ognuno dice quello che sente, Max è stato grandissimo, la Juve vuole vincere trofei e lui l’ha fatto. Sappiamo che non si ripeterà questo ciclo, sarà difficile". Ma chi sarà il nuovo allenatore della Juventus? Il numero due della Vecchia Signora non scopre le carte bianconere: "Ci saranno valutazioni, non abbiamo fretta, non sarà semplice. Nessuno in mano? Fino ad ora avevamo Max, non abbiamo contattato altri, abbiamo idee abbastanza chiare ma non è stato fatto niente ancora”.

19 maggio 20:34 Lo striscione dei tifosi della Juventus per Daniele De Rossi

I tifosi della Juventus rendono omaggio a Daniele De Rossi dopo la notizia dei giorni scorsi del suo addio alla Roma. Ecco uno striscione in curva per il centrocampista giallorosso dal contenuto emblematico: "Ciao De Rossi, prima uomo poi… calciatore"

Via Fischio d’inizio a Torino e Napoli

Tutto pronto sui due campi dove si giocheranno i posticipi della domenica della 37a giornata di Serie A. Grande atmosfera a Torino per la festa scudetto e il saluto ad Andrea Barzagli e Massimiliano Allegri. Attenzione al campo con l'Atalanta a caccia di punti Champions. Al San Paolo non c'è il pubblico delle grandi occasioni, ma è lecito aspettarsi una sfida divertente con i nerazzurri che vogliono fare risultato per blindare la qualificazione all'Europa che conta

Così in campo Le formazioni ufficiali di Juventus-Atalanta e Napoli-Inter. Icardi out, gioca Lautaro

Juventus in campo con il 4-3-3 contro l'Atalanta con Cuadrado e Dybala ai fianchi di Cristiano Ronaldo. Gasperini che cerca un risultato positivo in chiave Champions punterà sul solito 3-4-1-2 con Gomez alle spalle di Ilicic e Zapata. In Napoli-Inter, la notizia è l'assenza di Icardi che sarà sostituito da Lautaro Martinez con Nainggolan, Politano e Perisic alle sue spalle. Azzurri che puntano sul 4-4-2 con Mertens e Milik in avanti

Le formazioni ufficiali di Juventus-Atalanta

Juventus (4-3-3) – Szczesny; Cancelo, Barzagli, Bonucci, Alex Sandro; Emre Can, Pjanic, Matuidi; Cuadrado, Dybala, Cristiano Ronaldo.
Atalanta (3-4-1-2) – Gollini; Gosens, Djimsiti, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Castagne; Gomez; Zapata, Ilicic.

Le formazioni ufficiali di Napoli-Inter

Napoli (4-4-2)  – Karnezis; Malcuit, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Callejon, Allan, Zielinski, Fabian; Mertens, Milik.
Inter (4-2-3-1) – Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, Miranda, Asamoah; Gagliardini, Brozovic; Politano, Nainggolan, Perisic; Lautaro.

Game over Milan batte Frosinone 2-0

Il Milan batte 2-0 il Frosinone e si rilancia in chiave Champions. Successo pesante per la squadra rossonera che porta a casa i 3 punti nel segno di Piatek e Suso. Raggiunta l'Atalanta che dovrà affrontare la Juventus nel posticipo serale

84' Tutti in piedi per Ignazio Abate a San Siro, l’esterno risponde con una maglia speciale

Momento toccante a San Siro. Gattuso richiama Abate in panchina e l'esterno incassa il tributo di tutto lo stadio per la sua ultima presenza con la maglia rossonera davanti ai suoi tifosi. Standing ovation per il terzino che viene abbracciato anche da tutti i compagni e dallo stesso Gattuso prima di uscire in lacrime. A bordo campo, Abate poi mostra a tutti una casacca particolare con una scritta inequivocabile "con il Milan nel cuore"

2-0 Suso, gioiello su punizione e raddoppio per il Milan

Arriva il raddoppio del Milan con un eurogol di Suso, tra i migliori in campo. Lo spagnolo disegna una traiettoria perfetta direttamente da calcio di punizione senza lasciare scampo a Bardi. Palla sotto la traversa e in rete con l'abbraccio collettivo di tutta la squadra al numero 8

1-0 Gol di Piatek, Milan in vantaggio

Il Milan ritrova la via del gol e sblocca il risultato con il suo bomber Piatek che esulta alla sua maniera da "pistolero" con tanto di coro "pum, pum, pum" dei tifosi. Il polacco che segnando un'altra rete andrebbe in doppia cifra anche con i rossoneri (dopo aver già raggiunto questo obiettivo con il Genoa) con una zampata sorprende Bardi. Posizione di partenza irregolare per la punta

52' Borini ancora vicino al gol. Cutrone sostituisce Calhanoglu

Gattuso aumenta il peso offensivo dei suoi inserendo Cutrone al posto di Calhanoglu. Il Milan va ad un passo dal gol ancora con Borini che in area piccola, in posizione defilata, colpisce di testa senza trovare la porta.

50' Donnarumma para rigore a Ciano, si resta sullo 0-0

Donnarumma salva il risultato su Ciano! Il boato di San Siro accompagna l'intervento del portiere che vola alla sua sinistra per deviare la conclusione non troppo angolata di Ciano. Festa grande per il giovane estremo difensore che evita lo svantaggio. Il risultato resta sullo 0-0

49' Calcio di rigore per il Frosinone e giallo per Abate

Ingenuità di Abate che dopo un tentativo di controllo di petto si fa superare da Paganini in area e finisce con lo stendere l'avversario. Cartellino giallo e calcio di rigore per la formazione ospite che può sfruttare una grande opportunità per trovare il gol del vantaggio

46' Occasionissima per Borini che non trova la porta

Subito una colossale palla gol per il Milan con Fabio Borini. Azione insistita dei rossoneri, con Piatek che fa a sportellate con i difensori ciociari che protestano. La palla arriva sui piedi di Borini che dal limite prova a piazzarla nel sette senza trovare la porta.

Si riparte Via al secondo tempo

Milan e Frosinone tornano in campo per il secondo tempo. Non ci sono cambi nelle due squadre che ripartono dagli stessi uomini della prima frazione. Si ricomincia. Lecito aspettarsi qualcosa di più dai padroni di casa

Intervallo Fine primo tempo: Milan-Frosinone 0-0. Fischi per i rossoneri

Finisce il primo tempo di Milan-Frosinone, senza reti. La formazione di casa ha mantenuto il pallino del gioco senza però riuscire a creare palle gol con continuità. I tifosi presenti a San Siro si aspettavano un altro atteggiamento e per questo hanno riservato fischi ai giocatori milanisti al momento del ritorno negli spogliatoi.

37' Errore di Kessié e chance per Sammarco

Bakayoko con un retropassaggio mette in difficoltà Franck Kessié che cincischia perdendo un pallone pericolosissimo al limite. Ne approfitta Sammarco che non ci pensa su e cerca il sette con un tiro a giro che termina alto. Opportunità per gli ospiti, la prima

29' Bakayoko ad un passo dal gol del vantaggio

Prima vera palla gol per il Milan con Bakayoko. Azione insistita dei rossoneri che si conclude con il tiro del centrocampista. Quest'ultimo prende la mira dal limite e con un'ottima coordinazione colpisce la sfera che termina di pochissimo fuori alla sinistra di un Bardi proteso in tuffo

24' Occasione Suso, Borini finisce dietro i cartelloni pubblicitari

Palla gol per il Milan con Suso che sembra il giocatore capace di rompere l'equilibrio. Tiro-cross dello spagnolo che Piatek prima e Borini poi non riescono a trasformare in gol. L'esterno offensivo italiano rischia grosso finendo gambe all'aria dietro i cartelloni pubblicitari. Fortunatamente nessuna conseguenza per lui

19 maggio 18:06 Il primo tiro in porta è di Suso

La prima conclusione della partita è dello spagnolo Suso. Quest'ultimo arriva al limite dell'area e lascia partire una conclusione che Bardi para a terra senza problemi. I rossoneri provano a prendere le redini del gioco anche se i ciociari sembrano ben messi in campo

Si parte Fischio d’inizio per Milan-Frosinone. La coreografia dei tifosi di casa

Milan in campo con la maglia studiata per la prossima stagione caratterizzata da strisce rossonere più strette rispetto al recente passato. Ospiti con il classico completo giallo con richiami blu. Bella cornice di pubblico al Mezza. Nel frattempo bella coreografia della Curva Sud sugli spalti per l'ultimo match casalingo della stagione. Colori rossoneri e scritta "La Curva Sud" creata con cartoncini. A completare un gigantesco striscioneQualsiasi cosa tu faccia, loro ti metteranno abiti che non sono i tuoi, storie di cui non sei protagonista, sapranno descriverti nel peggiore dei modi, soprattutto quando sei ciò che loro non saranno mai".

19 maggio 17:56 La curva del Milan saluta Abate che si commuove

"10 anni di impegno e umiltà… Ti sei guadagnato il rispetto degli ultras. GRAZIE IGNAZIO". Con questo striscione i tifosi rossoneri hanno salutato Ignazio Abate che dopo 10 anni a fine stagione lascerà il Milan, non rinnovando il contratto. Grande emozione e commozione per il calciatore che durante il riscaldamento non ha saputo trattenere le lacrime. Scenderà in campo da titolare con Gattuso che gli ha concesso i gradi di capitano

Così in campo Milan-Frosinone, le formazioni ufficiali

Milan in campo contro il Frosinone con il 4-3-3. Gattuso per un match decisivo in chiave Champions si affida al solito 4-3-3 puntando su uno dei giocatori più in forma del momento, ovvero Borini nel trio con Suso e Piatek. Sulla corsia chance su Abate che dovrà sopperire alle assenze degli infortunati. Frosinone con il 4-4-2 con Trotta e Ciano in avanti.

94' Vincono Empoli e Parma

Conquistano due successi importantissimi l'Empoli, che batte 4-1 il Torino, ora fuori dai giochi europei, e per il Parma, che grazie a un'autorete di Gerson supera la Fiorentina e conquista la matematica salvezza. L'Empoli ha superato il Genoa, che domenica prossima sfiderà la Fiorentina, che non è ancora al sicuro.

89' Poker dell’Empoli, ha segnato anche Caputo

Il Torino è sbilanciato e si fa sorprendere dall'Empoli che nel finale trova un altro gol, questa volta con Ciccio Caputo, autore del gol del 4-1. L'Empoli vince e supera il Genoa, sarà un'ultima giornata pepatissima. Il Torino dice addio al sogno Europa League.

80' 1-0 del Parma alla Fiorentina

Gol pesantissimo del Parma. Scozzarella stacca, colpisce e insacca, il pallone viene sporcato da Gerson, che realizza un'autorete. Scozzarella subisce un colpo forte al naso e per qualche minuto esce fuori dal campo.

69' 3-1 dell’Empoli, gran gol di Di Lorenzo

L'Empoli mette le mani sulla partita con un grandissimo gol di Di Lorenzo, al secondo centro consecutivo, il quinto in campionato. Il laterale si inserisce benissimo, stoppa con un controllo d'autore, aggira l'avversario e con un tocco delizioso, fredda Sirigu, 3-1.

65' Entra e segna pure Brighi, 2-1 dell’Empoli

Empoli di nuovo in vantaggio, gol di Brighi, 2-1. Acquah, autore del gol del vantaggio, si fa male, al suo posto entra Brighi, classe 1981. E l'ex di Juve, Bologna, Roma e un'altra mezza dozzina di squadre insacca al 65′. Molto bella la giocata di Di Lorenzo, uno dei migliori in campo.

56' Pareggio del Torino, gol di Iago Falque

Entra e segna Iago Falque che realizza il gol dell'1-1. Un gol fondamentale per la rincorsa all'Europa dei granata e per la corsa alla salvezza. Un pugno in pieno volto questo per l'Empoli che ha bisogno assoluto della vittoria e che soprattutto ha mancato un paio di volte il raddoppio.

45' Fine primo tempo

L'Empoli chiude il primo tempo in vantaggio sul Torino, 1-0, ha segnato Acquah. Questo risultato è pesantissimo per la zona salvezza, in questo momento l'Empoli è davanti al Genoa, che scivola al terzultimo posto. 0-0 invece tra Parma e Fiorentina, risultato utile ai viola ma non ai gialloblu.

35' Due occasioni per Belotti, Torino vicino al gol

Il Torino risponde e si rende pericolosissimo due volte sempre con il bomber Belotti. Il ‘Gallo' prima riceve un pallone dalla destra e calcia al volo, Dragowski vola e respinge. Non passa nemmeno un minuto e il centravanti granata colpisce di testa e manda il pallone fuori di un soffio.

26' Gol dell’Empoli, contro il Torino ha segnato Acquah: 1-0

L'Empoli con pieno merito passa in vantaggio, ha segnato Acquah. Ola Aina commette un errore ridà involontariamente il pallone a un giocatore empolese, la squadra di Andreazzoli ripulisce l'azione, Acquiah da posizione defilata calcia, il pallone finisce nell'angolino, è 1-0.

20' Meglio l’Empoli

Sempre 0-0 tra Parma e Fiorentina e Empoli e Torino. Al Castellani i toscani stanno giocando una splendida partita e stanno mettendo sotto il Torino, che non riesce a colpire e che soprattutto ringrazia Sirigu, autore di due begli interventi. Si sono visti poco Caputo e Belotti.

1' Si parte

Iniziano Empoli-Torino e Parma-Fiorentina.

95' Chievo-Sampdoria 0-0

Due squadre che non sanno più vincere e che chiudono con un pareggio il penultimo match del campionato. Chievo e Sampdoria non sono riuscite nemmeno a segnare. La partita del Bentegodi è finita 0-0. La Sampdoria non è riuscita a sfruttare l'uomo in più, espulso Barba a fine primo tempo. Standing ovation per l'addio al calcio di Pellissier.

Le scelte Le formazioni delle partite delle 15

Empoli-Torino

EMPOLI (3-5-2): Dragowski; Maietta, Silvestre, Dell'Orco; Di Lorenzo, Traoré, Bennacer, Acquah, Pajac; Farias, Caputo. All. Andreazzoli.

TORINO (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, N'Koulou, Moretti; De Silvestri, Meité, Rincon, Aina; Baselli, Berenguer; Belotti. All. Mazzarri.

Parma-Fiorentina

PARMA (3-4-3): Sepe; Iacoponi, Gagliolo, Bastoni; Gazzola, Kucka, Stulac, Barillà; Gervinho, Ceravolo, Sprocati. All. D'Aversa.

FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Ceccherini, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Veretout, Gerson; Mirallas, Simeone, Chiesa. All. Montella.

72 Standing ovation per Sergio Pellissier

Tutto il Bentegodi applaude Sergio Pellissier che lascia il campo e chiude così la sua carriera. Pellissier viene onorato da tutti i tifosi del Chievo e della Sampdoria, ma anche da compagni di squadra e calciatori avversari. Bello l'abbraccio con Quagliarella. Pellissier viene scortato da tutti i giocatori. La partita si ferma per applaudire un calciatore capace di segnare più di 100 gol in Serie A.

60' La Sampdoria ci prova, ma non trova il gol

La Sampdoria attacca con facilità, sfruttando l'uomo in più, ma non riesce a trovare il gol del vantaggio, che a questo punto sarebbe anche meritato. Quagliarella è l'uomo più attivo, scarso l'apporto di Defrel e Gabbiadini, una conclusione a testa e poco altro.

45' Fine primo tempo

Nei quattro minuti di recupero esce per via di un infortunio Leris che cede il posto a Hetemaj. Nel finale grande intervento di Semper su Gabbiadini. All'intervallo ritornano negli spogliatoi sul punteggio di 0-0 il Chievo e la Sampdoria, che con l'uomo in più giocherà con un uomo in più.

40' Espulso Barba, Chievo in 10

Dopo una dura entrata di Cesar su Quagliarella, che subisce una bella botta al piede, un altro difensore del Chievo è protagonista negativo. Barba con un'entrata decisa abbatte Defrel. L'arbitro estrae immediatamente il cartellino rosso. La squadra di Di Carlo resta in 10. Barba ha colpito prima la palla, ma poi ha rischiato di far male al giocatore. L'arbitro gli ha detto: "Così rischiavi di spaccargli il ginocchio".

33' Poco spettacolo, s’impegna solo Pellissier

Dopo il gol annullato a Leris non è accaduto più nulla, è la classifica partita di fine campionato con due squadre svuotate e poco motivate. L'unico che si sta dannando l'anima è Sergio Pellissier, che sta disputando l'ultima partita della sua carriera.

9' Gol di Leris, ma il Var dice no: è sempre 0-0

Il Chievo passa in vantaggio contro la Sampdoria, ha segnato Leris, che ha ricevuto un bel pallone da Pellissier e ha realizzato un gol pregevole, stop perfetto e tiro rapido, 1-0. Con grande entusiasmo i tifosi di casa accolgono il gol del vantaggio. Quello stesso entusiasmo però vola via, perché l'arbitro va a rivedere le immagini nota una posizione irregolare e annulla, si ritorna sullo 0-0.

1' Striscioni per Pellissier e il presidente Campedelli

Inizia Chievo-Sampdoria. Sugli spalti esposti degli striscioni per il presidente Campedelli: "Nessuna retrocessione cancellerà le emozioni vissute, grazie Luca", e poi ovviamente l'omaggio a Sergio Pellissier: "Si scrive Sergio, si legge Chievo. Grazie Capitano!".

Saluto L’ultima di Pellissier e le parole di Quagliarella

Nel tunnel degli spogliatoi si incontrano i due vecchi leoni: Quagliarella e Pellissier, due bomber di lungo corso. Il capitano del Chievo oggi gioca l'ultima partita.  I due bomber si parlano, Quagliarella, secondo quanto riferisce l'inviato di Dazn, a Sergio Pellissier ha detto: "Sai che arriverà sempre quel giorno, ma non lo accetti mai".

Traguardo L’ultima di Pellissier, Quagliarella a caccia dell’ennesimo gol

A 40 anni Sergio Pellissier giocherà l'ultima partita della sua carriera in Chievo Verona-Sampdoria. Il valdostano cercherà di chiudere in bellezza magari con un gol. E il gol lo cerca anche Fabio Quagliarella che non dovrebbe correre rischi, ma vuole puntellare il suo score nella classifica dei cannonieri.

Così in campo Le formazioni ufficiali di Chievo-Sampdoria

Ultima partita in casa per Sergio Pellissier che guida il Chievo, in avanti con Vignato e Stepinski, contro la Sampdoria. Giampaolo rivoluziona porta e difesa, ma non l'attacco con Defrel e Gabbiadini in avanti con Quagliarella.

Programma Chievo-Sampdoria apre, chiudono Juve-Atalanta e Napoli-Inter

Sei partite in quattro fasce orarie differenti nella penultima domenica della Serie A 2018-2019. Si parte con Chievo-Sampdoria, nel pomeriggio Parma-Fiorentina e soprattutto Empoli-Torino, partita determinante per la salvezza e l'Europa. Alle 18 c'è Milan-Frosinone, in serata la festa scudetto della Juventus con l'Atalanta e Napoli-Inter.