È tempo di nazionali, di sosta per i campionati ma è anche tempo di concedere uno sguardo al futuro. Che passa per queste qualificazioni ai prossimi europei itineranti del 2020, che tende all’impegno estivo dei nostri ma anche al 2022, a quel mondiale in Qatar, che non può non essere obiettivo prioritario per il nostro movimento. Che deve assolutamente cancellare l’onta di Russia 2018, con la mancata qualificazione all’ultima rassegna iridata, e rilanciare il brand Italia. Che però poggia, almeno al momento, su solide basi. Su un lavoro, partito dal basso, e quindi dai settori giovanili, che sembra produrre i suoi primi risultati. Non a caso, il serbatoio degli azzurrabili si è allargato notevolmente con cinque dei primi dieci calciatori Under 21 col maggior valore di mercato in Serie A titolari della cittadinanza italiana. Vediamoli nel dettaglio.

La certezza Donnarumma, poi Zaniolo e Tonali

Se l’Under 21 con maggior valutazione in Serie A resta il centrale di difesa della Juventus Matthijs De Ligt, a quota 75 milioni di euro, l’Italia e più in generale il nostro movimento, possono dormire sonni tranquilli. A completare il podio e poi ad occupare la quarta piazza in questa graduatoria di mercato, infatti, ci sono tre elementi tricolore. L’ormai eterno Donnarumma, a quota 55 milioni, nonché erede designato di Buffon, stante le ottime prove, in serie, di portieri come Meret, Gollini e Sirigu e poi due centrocampisti dai piedi buoni ma che, alle loro qualità in fase attiva, aggiungono dinamismo, atletismo e forza muscolare.

il confronto fra Zaniolo e Tonali secondo il portale whoscored.com
in foto: il confronto fra Zaniolo e Tonali secondo il portale whoscored.com

Parliamo di Tonali, una delle migliori notizie di questo avvio di stagione, che vale già oggi 30 milioni di euro, e che si candida ad occupare una casella nel novero dei convocati per la prossima estate. E poi di Zaniolo, che vale già 40 milioni di euro, e che, in questa stagione, potrebbe definitivamente consacrarsi nella Roma di Fonseca. In una Roma propositiva e che esalta, appunto, i calciatori con le caratteristiche dell’ex Inter.

il valore di Bastoni secondo il Cies, l’osservatorio del football europeo
in foto: il valore di Bastoni secondo il Cies, l’osservatorio del football europeo

Bastoni e Pinamonti, nella seconda parte del ranking

Nella seconda parte della classifica, quella che va dal sesto al decimo posto, altri due calciatori italiani, peraltro tutti convocati in Under 21 per gli impegni della compagine di Nicolato che deve conquistare il posto ai prossimi europei di categoria, come Bastoni e Pinamonti. Che si piazzano in ottava e nona posizione, fra Rafael Leao (22 mln), Elmas (17 mln) e poi Traoré (14 mln) con una quotazione, attuale, rispettivamente di 15 e 14 milioni di euro. Per due ragazzi molto interessanti e che anche in questo inizio di annata si stanno bene disimpegnando nei propri club.

Il primo, tenendosi sempre pronto a subentrare e fare bene dietro il terzetto d’oro Skriniar, De Vrij e Godin e il secondo, anche se con una sola rete all’attivo, bravo a fare reparto da solo e trascinare il Genoa in fase attiva. Segnalandosi come riferimento centrale dell’attacco del Grifone e attaccante dal sicuro avvenire. Insomma, l’Italia – con Kean terzo per valore di mercato fra gli Under 21 di Premier League – si sta assicurando un buon futuro, vincente? Non è dato sapere, ma la competitività, già presente oggi, è comunque certa.