Un'illusione durata 45 minuti. L'Inter si fa rimontare alla Signal Iduna Park di Dortmund dopo aver condotto la gara per tutta la prima frazione e così il quarto turno del gruppo F della Champions League 2019/2020 si è concluso con la vittoria del Borussia per 3 a 2. Dopo le reti di Lautaro e Vecino nella prima frazione il Borussia ha cambiato marcia nella ripresa e grazie alla doppietta di Hakimi e la rete di Brandt hanno ribaltato una gara che sembrava già indirizzata per atteggiamento e modo di stare in campo delle due compagini.

Due gare in una per la squadra di Antonio Conte: quasi perfetta nel primo tempo e con diversi problemi di gestione nella ripresa, quando i tedeschi hanno aumentato l'intensità rispetto alla prima frazione e hanno recuperato il doppio svantaggio maturato nei primi 45′. Crollo dell'Inter impressionante dopo la prima rete subita e problema nel tenere in mano il match che si evidenziano anche oggi dopo il Nou Camp. Reazione da grande squadra per i ragazzi di Lucien Favre.

Le formazioni di Favre e Conte

Favre cambia rispetto alla gara d'andata e torna al 4-2-3-1 con Bürki tra i pali; Hakimi, Akanji, Hummels e Schulz in difesa; Witsel e Weigl in mediana e Sancho, Brandt e Hazard alle spalle di Götze. nessuna novità nel 3-5-2 dell'Inter di Conte: Handanovic in porta; Godin, de Vrij e Skriniar a formare il castello difensivo con Candreva e Biraghi sulle corsie laterali e Vecino, Brozovic e Barella a supporto del tandem d'attacco Lautaro-Lukaku.

Inter da favola: Lautaro e Vecino illudono i nerazzurri

Partenza con il piede sull'acceleratore per l'Inter che al 5′ è già in vantaggio: Lautaro Martínez ha approfittato di un errore difensivo di Schulz e dopo aver vinto il duello con Hummels è riuscito a battere Burki con un tocco di sinistro. Terza rete in Champions League, l'ottava stagionale, per il Toro che sta diventando sempre più importante sia in fase realizzativa che nella costruzione della manovra. La squadra nerazzurra ha coperto bene in campo in entrambe le fasi e ha messo in difficoltà in diverse situazioni la difesa tedesca, con Lautaro e Brozovic che non c'entrano il bersaglio in altre due occasioni.

Le formazioni di BVB–Inter. (sofascore.com)
in foto: Le formazioni di BVB–Inter. (sofascore.com)

Al 40′ è arrivato il raddoppio dell'Inter. Matias Vecino ha insaccato dai 16 metri con un tiro di destro sul secondo palo ma è l'azione corale del club nerazzurro che va messa in risalto: stupenda uscita in dribbling di Brozovic, scarico per Lautaro che ha aperto il gioco per Candreva e poi è arrivata la stoccata del centrocampista uruguagio. La reazione dei tedeschi e veemente e solo un grande Handanovic su conclusione di Sancho ha respinto il colpo di testa frutto dell'orgoglio giallonero.

Doppietta di Hakimi e Brandt: Inter ko

È un Dortmund che inizia la ripresa con un piglio diverso e al 51′ Achraf Hakimi con un destro sporco su assist di Götze ha riaperto la gara svegliando il Westfalenstadion dopo il primo tempo tutto di marca nerazzurra. Difesa dei meneghini poco attenta dopo il corner e infilata dal terzino in prestito dal Real Madrid: la squadra di Favre ha un piglio molto diverso rispetto ai primi 45′ e le tante occasioni da rete prodotte lo denotano.

Al 64′ è arrivato il pareggio con Julian Brandt: il jolly offensivo dei tedeschi ha sfruttato un errore dell'Inter nella gestione di un fallo laterale battuto da Candreva e controllato male da Brozovic, che si è fatto soffiare il pallone da Paco Alcacer e apre la strada al calciatore di Brema. Al 77′ la rimonta del BVB è completata grazie alla doppietta di Hakimi su palla nello spazio di Jadon Sancho: la connessione tra i due è perfetta e il terzino marocchino ha firmato la sua personale doppietta. Bellissima triangolazione e difesa nerazzurra presa d'infilata dalla palla dell'inglese, che esalta ancora una volta il compagno e gli regala la palla della vittoria.

Nerazzurri troppo schiacciati nella ripresa e incapaci di portare più avanti il baricentro della squadra a causa per problemi nel muovere la palla e di qualche deficit a livello fisico, soprattuto per quelli più impiegati da Conte. Per la prima volta nella sua storia, la squadra nerazzurra ha perso un incontro di Champions League dopo essere andata in vantaggio di due gol. Con questo risultato l'Inter è a -3 in classifica dal Borussia Dortmund e a -4 dal Barcellona, che alle ore 19:00 ha pareggiato per 0-0 in casa con lo Slavia Praga: ora i nerazzurri dovranno giocarsi il passaggio del turno nelle ultime due gare in casa dei cechi e a Milano contro i campioni di Spagna in carica.