Incredibile ma vero, succede ancora nel 2020 in Serie A, il massimo campionato italiano: il calcio d'inizio di Verona-Genoa è stato ritardato di circa 15 minuti a causa delle linee del campo, storte secondo quanto rilevato dal designatore Rizzoli nel corso del sopralluogo pre-partita. La partita, in programma alle 18.00, è stata spostata alle 18.15 per consentire il rifacimento delle linee tracciate male. Una situazione surreale che ha suscitato ilarità sui social e ha fatto clamore in particolare sui media stranieri.

Al Bentegodi linee del campo storte per Verona-Genoa

E' stato il designatore arbitrale Nicola Rizzoli, presente al Bentegodi, ad accorgersi dell'anomalia nel corso del consueto sopralluogo pre-partita condotto dagli arbitri designati per l'incontro (la partita sarà arbitrata da Mariani). Arrivato in prossimità delle aree di rigore, Rizzoli ha notato imprecisioni nel ‘disegno' delle linee sul campo e ha ordinato agli addetti di tracciarle nuovamente. Un lavoro extra che ha inevitabilmente richiesto tempo e ha costretto l'arbitro Mariani a posticipare il calcio d'inizio di un quarto d'ora. Nell'era della tecnologia in campo, della goal-line technology e del VAR, succede anche questo.