Notti di Champions, notti di grandi bomber. Se Karim Benzema ha messo a segno una doppietta nella supersfida contro il Psg, Robert Lewandowski si è superato con l'incredibile poker rifilato alla Stella Rossa. Il centravanti polacco del Bayern conferma il suo momento magico, fotografato dai 27 gol segnati in 20 presenze tra campionato e coppe (31 considerando anche quelli in nazionale). E Lewa ora ha lanciato la sua sfida proprio al terminale offensivo francese delle merengues che lo precede, al quarto posto, nella speciale classifica, dei migliori goleador della Champions League.

Lewandowski insegue Benzema nella classica dei migliori marcatori di sempre della Champions

Quattro gol segnati in 14 minuti e 31 secondi. Robert Lewandowski si è preso la scena nel martedì di Champions League, mettendo al tappeto la Stella Rossa. Un rendimento finora eccezionale quello del bomber polacco che è arrivato a quota 10 gol stagionali nella massima competizione europea in 5 partite. Grazie a questo bottino, il classe 1988 ha fatto un bel salto in avanti nella classifica dei migliori goleador di sempre della Champions. Al momento infatti Lewandowski occupa il quinto posto a quota 63 reti. Nel mirino però c'è Karim Benzema, il francese che lo precede con un solo gol in più all'attivo (anche lui è stato protagonista nell'ultima tornata di gare europee con la doppietta al Psg). Entrambi hanno la possibilità anche di avvicinarsi al terzo posto occupato dall'ormai ex bomber Raul a quota 71. Lontanissimi i due battistrada Ronaldo e Messi rispettivamente primo e secondo bomber più prolifico della storia del torneo.

 

Quanti gol ha segnato Robert Lewandowski in questo avvio di stagione

E proprio con Messi, Lewandowski condivide ora il record di due partite di Champions con 4 gol all'attivo anche se il polacco è l'unico ad aver calato il poker con due maglie diverse (Borussia e Bayern). Ma non finisce qui. Il suo poker in Stella Rossa-Bayern 0-6 è anche il più veloce mai messo a segno in Champions, in 14 minuti e 31 secondi. Numeri da urlo per un giocatore capace di segnare 27 gol in 20 partite complessive con la maglia dei campioni di Germania tra campionato e coppe. Sempre a segno nella massima competizione europea, con 5 gol rifilati complessivamente ai serbi, 3 nei due match contro l'Olympiacos, e 2 contro il Tottenham. Senza dimenticare poi anche lo score con la Polonia, con 4 gol in due partite di qualificazioni a Euro 2020.