Foto Ansa
in foto: Foto Ansa

Dopo le dimissioni a sorpresa del presidente Gaetano Miccichè, i vertici del calcio italiano si sono incontrati per pianificare l'immediato futuro. Il consiglio federale della Figc, convocato d'urgenza dal numero uno Gabriele Gravina, ha stabilito la nomina di Mario Cicala come commissario ad acta della Lega di Serie A, per modificare lo statuto. La sua carica diventerà effettiva solo a partire dal 3 dicembre, nel caso in cui non dovesse essere eletto il nuovo presidente nella prossima assemblea in programma il 2 dicembre

Mario Cicala commissario ad acta della Lega di Serie A, dopo le dimissioni di Miccichè

Lavori in corso ai vertici del calcio italiano. È andato in scena oggi il consiglio federale straordinario della Federazione Italiana Giuoco Calcio, convocato dal presidente Gabriele Gravina dopo le dimissioni del presidente della Lega Serie A Gaetano Miccichè ufficializzate in una lettera nella giornata di lunedì. Nella riunione odierna il massimo organo calcistico italiano ha  stabilito la nomina di Mario Cicala come commissario ad acta della Lega di Serie A per modificare lo statuto. La carica diventerà effettiva a decorrere dal 3 dicembre solo nel caso in cui il giorno prima, 2 dicembre, l'assemblea di A non dovesse nominare il presidente che succederà a Gaetano Miccichè. Il professor Mario Cicala dallo scorso 1° ottobre ricopre l'incarico di calo dell'Organismo di Vigilanza della Figc, dopo le dimissioni di Raffaele Squitieri.

Gabriele Gravina non vuole incarichi nella Lega Serie A

Il presidente della Figc Gabriele Gravina ha chiuso la porta ad ogni possibile incarico nella Lega Serie A. Non ci sono le possibilità di un suo ruolo dirigenziale, anche da commissario: "Non c'è nessuna volontà di invasione o ingerenza di campo all'interno della Lega di A. Ma solo massima attenzione affinché ci sia continuità. Qualunque sia l'iter, da parte mia non ci sarà mai la disponibilità di fare il commissario della Lega di A. Il mio auspicio è che la Lega di A possa in tempi rapidi trovare soluzione a questo problema".

Le dichiarazioni di Balata sull'addio di Miccichè

Appuntamento dunque al 2 dicembre per l'assemblea che dovrà cercare di eleggere subito il nuovo presidente della Lega Serie A. Saranno giorni dunque di contatti e trattative, per stabilire la "linea" della nuova possibile dirigenza. Nel frattempo il presidente della Lega Serie B Mauro Balata, è tornato a parlare dell'addio di Miccichè e del momento molto delicato per il nostro calcio: "Miccichè è una persona di cui ho grande stima professionale e personale. E' un momento particolarmente delicato perché il calcio ha bisogno di superare questa criticità e guardare al futuro facendo sistema. Il calcio italiano era il primo-secondo al mondo e dobbiamo tornare tutti insieme a quei livelli", ha aggiunto Balata.