L'eccezionale percorso nel girone di qualificazione, con 10 vittorie in altrettante partite, ha permesso all'Italia di rientrare tra le teste di serie del sorteggio della fase finale di Euro 2020. L'ultima tornata di gare in programma oggi (e i playoff della Nations League) permetteranno poi di stabilire le fasce in cui saranno suddivise le squadre al momento dell'estrazione dalle urne in programma il 30 novembre a Bucarest. Il quadro che si va delineando però non scongiura il rischio di un girone complicato per gli azzurri con Francia e Portogallo

Sorteggio Euro 2020, data e regolamento. Italia tra le teste di serie in prima fascia

Il sorteggio della fase finale di Euro 2020 si terrà il 30 novembre a Bucarest (con diretta tv sulla Rai). Le 24 squadre (20 provenienti dalla fase a gironi, e 4 dai playoff della Nations League), saranno suddivise in 4 fasce (tenendo conto anche degli stadi in cui si disputerà il primo torneo itinerante della storia). L'Italia che è già certa di disputare tutte le prime gare del girone all'Olimpico di Roma rientra tra le teste di serie e per questo sarà in prima fascia, così come Belgio, Inghilterra, Ucraina e Spagna.

Perché la Nazionale italiana rischia il girone di ferro con Francia e Portogallo

Se dunque gli azzurri sicuramente non incontreranno Belgio, Inghilterra, Ucraina e Spagna, potranno anche scongiurare incroci con Russia, Danimarca, Germania e Olanda che pur essendo inserite in altre fasce possono contare su match nel proprio stadio nel torneo. Il principale pericolo da evitare in sede di sorteggio per gli azzurri potrebbero essere Francia e Portogallo. I campioni del mondo, a meno di una sconfitta interna della Germania con l'Irlanda questa sera, saranno in seconda fascia, mentre i campioni d'Europa dovrebbero partire dalla terza. Nella peggiore delle ipotesi dunque la Nazionale se la vedrebbe con entrambe e poi con una tra Finlandia, Ungheria (o Galles e Slovacchia) e le squadre provenienti dai playoff.

Le possibili fasce del sorteggio di Euro 2020 del 30 novembre

  • PRIMA FASCIA: Italia, Belgio, Inghilterra, Ucraina, Spagna (sicure) e Germania (basta un pari contro l'Irlanda del Nord)
  • SECONDA FASCIA: Francia (o Germania in caso di sconfitta con l'Irlanda del Nord), Svizzera, Croazia, Polonia e, con ogni probabilità, Olanda e Austria
  • TERZA FASCIA: Russia, Portogallo, Turchia, Danimarca, Svezia e Repubblica Ceca
  • QUARTA FASCIA: Ungheria (o Galles o Slovacchia), Finlandia e le quattro provenienti dai playoff Nations League)