Lesione al bicipite femorale della coscia destra. È questo l'esito degli esami strumentali ai quali Cengiz Ünder si è sottoposto nella giornata odierna e che confermano tutti i timori delle ultime ore sulle condizioni e sui tempi di recupero del calciatore. Una brutta notizia per l'esterno d'attacco turco (infortunatosi durante un allenamento con la nazionale) e per il tecnico, Fonseca, che dovrà a fare a meno di lui per cinque settimane. Un mese di stop: la speranza è che non occorra tempo ulteriore confidando che i test da effettuare la prossima settimana forniscano un quadro più chiaro sull'evoluzione della terapia.

Quante e quali partite salta Cengiz Ünder per infortunio

Cinque partite in Serie A, uno, forse due match di Europa League (il primo della fase a gironi). Nel complesso sono sette le partite che Cengiz Ünder dovrà guardare dalla tribuna. Quali sono? Eccole a cominciare dal campionato che riapre i battenti con la terza giornata, la prima dopo la sosta per gli impegni delle nazionali. Niente Sassuolo per il turco che non ci sarà anche contro Bologna, Atalanta, Lecce e Cagliari. Forfait obbligato anche in Coppa: il debutto dei giallorossi contro l'Istanbul Basaksehir (club di cui ha vestito la maglia in carriera) e con ogni probabilità con il Wolfsberger (società austriaca della Carinzia).

I guai muscolari del turco: l'anno scorso restò fermo per 2 mesi e mezzo

Non è la prima volta che Cengiz Ünder incorre in infortuni del genere. Nella scorsa stagione restò lontano dai campi per oltre 2 mesi a causa di un problema fisico analogo ma all'altra gamba. Allora l'esterno d'attacco riportò una lesione alla coscia sinistra e la maglia giallorossa restò chiusa nel cassetto da metà gennaio fino al termine di marzo (anche a causa dell'ennesima ricaduta).

Quarto stop in avvio di campionato dopo Spinazzola, Perotti e Zappacosta

Con l'infortunio muscolare di Cengiz Ünder sale a quattro il numero dei calciatori che nei giorni scorsi sono venuti a mancare nello scacchiere tattico del tecnico, Fonseca. Chi sono? Si tratta si Spinazzola, Perotti e Zappacosta.