All'Olimpico la Lazio ha battuto 1-0 il Napoli. La squadra di Inzaghi ha vinto, ha ottenuto tre punti, ma chi ha vinto all'Olimpico davvero è la piccola Noemi, una bambina che lo scorso 3 maggio fu ferita da un proiettile vagante in un agguato. Noemi è riuscita a salvarsi e a distanza di otto mesi ha ritrovato completamente il sorriso entrando in campo al fianco di Ciro Immobile.

La piccola Noemi in campo con Immobile e con la maglia del Napoli regalata da Insigne

Questa bimba lo scorso maggio è stata ferita in un agguato di camorra, avvenuto esattamente in Piazza Nazionale a Napoli. Noemi ce l'ha fatta, il suo percorso è stato lungo, la bambina si è pienamente ristabilita e oggi è entrata in campo all'Olimpico, con la maglia del Napoli e con una coroncina da principessa tenuta per mano da Ciro Immobile. All'Olimpico la bimba è stata accompagnata dai genitori che hanno incontrato Lotito che ha deciso di ospitare questa famiglia. Noemi dopo lo scambio dei gagliardetti ha poi incontrato Lorenzo Insigne, il capitano ha posato con lei davanti ai fotografi e le ha poi regalato una maglia autografata.

Le parole del ministro Spadafora

Ha reso merito alla Lazio, che ha voluto ospitare Noemi, anche il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora che ha manifestato tutta la sua felicità per  la piccola. Noemi, secondo Spadafora, dà anche una bella immagine a tutto il calcio italiano:

L'immagine più bella della partita Lazio-Napoli è di sicuro quella della piccola Noemi Staiano. Il 3 maggio scorso fu ferita da un proiettile vagante in un agguato di camorra. Ora invece entra in campo sorridente con Immobile e riceve la maglia da Insigne. I miei complimenti alle squadre per questa iniziativa. Sono queste le scene che vogliamo vedere nel calcio e nello Sport in generale.