La Lazio continua a correre e schianta con 5 reti la Sampdoria all'Olimpico, portandosi a -1 dall'Inter e a -3 dalla Juventus. La squadra biancoceleste nella prima gara della ventesima giornata della Serie A 2019/202o ha usufruito di due calci di rigore e così ha allungato sulle concorrenti nella classifica relativa ai penalty assegnati nel corso del torneo: i capitolini sono quelli che se ne sono visti fischiare di più a favore e con quelli di oggi siamo a quota 13 in Serie A, 14 stagionali. In fondo al sacco ne sono finiti ben 10 per una media-goal di 76,9 %. 

Oggi Ciro Immobile ne ha realizzati due in 90′ e ha insaccato il quarto calcio di rigore di fila dopo l'errore contro la Juventus di inizio dicembre: in seguito sono arrivati quelli segnati con il Brescia, quello contro la Cremonese in Coppa Italia e i due di oggi. Il numero 17 ha realizzato 9 gol dagli undici metri in questa stagione e l'altro calciatore capitolino che ha segnato un calcio di rigore è stato Luis Alberto contro l'Udinese. Gli errori portano la firma di Joaquin Correa, nella gara di Bologna, e di Felipe Caicedo, nella trasferta di Firenze.

Immobile insegue Ibra: 9 gol su rigore in stagione

Ci sono pochi calciatori implacabili come Ciro Immobile in questo periodo in Italia e in Europa: l'attaccante di Torre Annunziata ha realizzato 23 reti in 19 gare di campionato, 26 in 25 partite stagionali, e si lancia verso record che sembravano irraggiungibili fino a poco tempo fa. Il centravanti della Lazio ha segnato 9 gol su calcio di rigore in questa Serie A e l'ultimo giocatore ad aver fatto meglio in un singolo campionato è stato Zlatan Ibrahimovic (10) nel torneo 2011/2012. 

Quello che fa più impressione è che togliendo i 9 rigori realizzati Immobile sarebbe a pari merito con Cristiano Ronaldo e Romelu Lukaku in vetta alla classifica cannonieri con 14 reti: una macchina da goal.