A volte il lavoro stressa a tal punto che bisogna fare i conti con le conseguenze non sempre piacevoli. Anche il calcio, inteso come professione, non è da meno e c'è chi ha dovuto far di necessità virtù per colmare le fatiche da partita che ne hanno minato fisico e la mente. Tra i calciatori che, una volta attaccati gli scarpini al chiodo, hanno ammesso che sono stati vittime dallo stress da calcio c'è anche l'ex stella gallese Bryan Giggs che ha ammesso di aver perso i capelli.

L'ammissione di Giggs

L’ex esterno gallese del Manchester United ha rivelato questo retroscena in questi giorni e ha ammesso di aver vissuto in maniera così forte la propria passione per il calcio a tal punto da perdere i capelli. A distanza di cinque anni da quando ha appeso definitivamente gli scarpini al chiodo, Giggs si è ritrovato completamente calvo a causa dello stress accumulato nel corso della sua carriera che ha mostrato alla fine un conto particolarmente rilevante.

Colpa dello stress da calcio

Lo stress ha avuto un grande impatto, nel corso degli anni, sui miei capelli sempre più corti

La leggenda dei Red Devils,davanti a questo problema incurabile ha deciso così di rimediare con un trapianto. L’esterno gallese ha diffuso il video in cui si è sottoposto all’operazione per la ricrescita dei capelli per ritrovare la sua vecchia chioma. Un video a cui ha anche voluto allegare un proprio pensiero “Sono diventato un po' paranoico, specialmente quando stavo giocando o stava piovendo. Avevo quasi 30 anni quando iniziai a perdere i capelli. Alla fine della mia adolescenza e nei miei primi 20 anni avevo capelli molto folti, capelli lunghi, ricci. Ho notato che si sono accorciati sempre di più e più spesso. 

Conte, dalle calvizie al trapianto

In Italia c'è un altro professionista del calcio che è diventato suo malgrado famoso per la perdita dei capelli e del conseguente trapianto: Antonio Conte. L'attuale tecnico nerazzurro ancora quando giocava nella Juventus aveva iniziato a essere calvo. Poi, dopo diversi tentativi per rimediare aveva scelto il trapianto che ancora desso gli permette di avere la stessa capigliatura di quando era più giovane