Zaniolo e Vertout fanno volare la Roma al terzo posto in classifica. I giallorossi hanno battuto per 2 a 1 il Napoli e, in attesa della gara dell'Atalanta di domani, si accomodano sul terzo gradino del podio della Serie A 2019/2020. Agli azzurri non è bastata la rete di Milik per riaprire il match. Gara divertente, imprevedibile e giocata per buona parte a ritmi piuttosto sostenuti. Stesso copione per entrambi i tempi: la squadra giallorossa ha iniziato meglio e poi pian piano azzurri hanno preso il pallino ma i ragazzi di Fonseca hanno dato l'impressione di essere più convinti e concentrati dei partenopei, troppo altalenanti nell'arco dei 90′.

Da sottolineare la sospensione del match per alcuni minuti da parte dell'arbitro Rocchi per cori di discriminazione territoriale: la gara è ripresa poco dopo con Edin Dzeko, capitano dei giallorossi, che ha invitato i suoi tifosi giallorossi a evitare atteggiamenti del genere.

Le formazioni di Fonseca e Ancelotti

Paulo Fonseca ha confermato Mancini a centrocampo al fianco di Veretout e lanciato Cetin dal 1′ al fianco di Smalling. I terzini sono Spinazzola e Kolarov, in porta c'è, chiaramente, Pau Lopez. Pastore ancora titolare con Zaniolo e Kluivert a supporto di Dzeko. Ancelotti, per il quale non è stato accolto il ricorso e ha visto la partita lontano dalla panchina, ha scelto Mertens come partner di Milik, con Callejon, Ruiz, Zielinski e Insigne a supporto. A centro della difesa rientra l'ex giallorosso Manolas al fianco di Koulibay, Di Lorenzo e Mario Rui.

Le formazioni ufficiali di Roma–Napoli. (sofascore.com)
in foto: Le formazioni ufficiali di Roma–Napoli. (sofascore.com)

Zaniolo è "on fire", Napoli poco attento e sfortunato

Buona partenza della Roma, che al 12′ con Javier Pastore, su un interessante assist di un Mancini, è arrivato alla conclusione ma l'intervento di disturbo di Manolas non ha permesso al Flaco di calciare in maniera pulita. Palla alta. Al 19′ Nicolò Zaniolo ha fatto esplodere l'Olimpico con un grande tiro di sinistro dai 16 metri dopo una bella azione della squadra di Fonseca partita da Mancini, portata avanti da Spinazzola e conclusa del trequartista giallorosso, al suo quarto goal consecutivo. Una bella definizione del numero 22 per un'azione corale di pregevole fattura da parte della Roma.

Al 25′ l'arbitro Rocchi ha concesso un calcio di rigore per un fallo di mano di Callejon: il fischietto di Firenze è stato avvertito dal VAR dell'intervento del calciatore spagnolo e dopo l'OFR ha decretato il penalty. Sul dischetto si è presentato lo specialista Kolarov ma Meret si è disteso sulla sua destra e ha respinto la conclusione del numero 11 giallorosso tenendo la squadra partenopea in partita.

 

Con il passare dei minuti il Napoli è cresciuto e per la mole di gioco e le occasioni creare, probabilmente, meritava il pareggio: al 28′ Smalling ha salvato sulla linea un colpo di testa di Di Lorenzo e successivamente sono arrivate diversi pericoli alla porta della Roma. Pau Lopez ha salvato su una bella conclusione di Insigne e successivamente gli azzurri si sono fermati sui legni della porta dell'ex portiere del Betis: Milik ha colpito la traversa su cross dalla sinistra e sulla respinta Zielinski ha colpito il palo al volo dai 20 metri.

Primo gol in giallorosso di Veretout, Milik non basta

La ripresa ha visto di nuovo la Roma partire meglio e al 55′ è arrivato il raddoppio con Jordan Veretout, che ha realizzato un calcio di rigore fischiato per fallo di mano di Mario Rui su cross di Pastore. Nonostante Meret abbia intuito e toccato il tiro del francese la palla è entrata in rete per l'ex Fiorentina si tratta del primo sigillo con la squadra giallorossa. Traversa di Kluivert con un grande tiro di destro dai 20 metri.

I cambi di Davide Ancelotti hanno portato subito i loro frutti, visto che un'accelerazione di Lozano, che ha lasciato sul posto Kolarov, ha dato vito alla rete che ha riaperto il match di Arkadiusz Milik: l'attaccante polacco ha infilato la palla nella porta di Pau Lopez e ha firmato il quinto gol nelle ultime quattro partite.

 

A parte una super parata di Meret su Pastore e un gol annullato a Dzeko per offside è successo molto poco nel finale nonostante la volontà degli azzurri di recuperare il match: vittoria importantissima per la Roma che con questi 3 punti si è portata al terzo posto in classifica in attesa della gara dell'Atalanta di domani. Dopo due pareggi consecutivi con Spal e Atalanta il Napoli perde ancora punti e in un match che ha il sapore dello spareggio per la Champions viene battuto da una diretta concorrente.

Cori di discriminazione territoriale: Rocchi sospende il match

Da sottolineare come ad un certo punto della ripresa, intorno all'ora di gioco, lo speaker dello stadio Olimpico ha effettuato l'annuncio di una possibile sospensione del match per cori di discriminazione territoriale e pochi minuti dopo ha fermato il match. Rocchi ha fatto riprendere la gara dopo l'ennesimo avviso dagli altoparlanti.