Quando siamo soli l'unica cosa che facciamo è piangere. Non parliamo neanche, perché se ci diciamo qualcosa, piangiamo.

È questa la drammatica testimonianza di Paco Reyes, che ha concesso la prima intervista dalla triste giornata in cui è scomparso il figlio José Antonio dopo un incidente stradale ai principi di giugno. Il racconta del papà dell'ex calciatore di Arsenal, Real Madrid, Atletico Madrid e Siviglia al programma ‘Viva la Vida' di Telecinco fa capire quanto sia difficile per la famiglia Reyes andare avanti a quattro mesi da quel tragico evento: "Mia moglie sta malissimo. Non esce di casa. Nostro figlio era il più buono del mondo, non dico come sportivo, ma come persona. Ricordo il suo sorriso, quanto era dolce". Reyes senior ha raccontato i momenti antecedenti all'incidente e il legame che José aveva con la madre:

Avevamo parlato dieci minuti prima al telefono…La mia vita e quella di mia moglie non ha più senso. Era speciale, fin da quando è nato. È stato tutto per sua madre e se fosse successo qualcosa a lei, sarebbe morto perché sua madre era la sua vita.

Le critiche a Noelia Lopez e la risposta

Queste parole arrivano dopo che Noelia López, vedova di Reyes, è stata costretta a difendersi dalle critiche di alcuni utenti dei social che l'hanno criticata perché continua a pubblicare foto con suo marito dopo la sua scomparsa. Lei, con grande eleganza, ha deciso di rispondere in maniera molto schietta:

Non faccio male a nessuno ricordando mio marito, il padre delle mie figlie, perché lo faccio dal mio account personale. L'unico scopo è quello di mantenere viva la sua memoria e di esternare quello che sento.

La tragica scomparsa di Reyes

Il calcio spagnolo non ha ancora superato del tutto la morte di José Antonio Reyes, vittima di un incidente stradale lo scorso primo giugno sulla strada tra la sua città natale Utrera e Siviglia.