Domenica l'Hertha Berlino affronterà il Bayern Monaco e in panchina potrebbe non esserci Jurgen Klinsmann, allenatore della squadra della capitale. Nessun problema con la società, che da poche settimane ha ingaggiato l'ex c.t., ricordato anche per una proficua militanza all'Inter, ma Klinsmann ha dimenticato un certificato che serve alla federazione tedesca che se non lo riceverà in tempi brevissimi non permetterà all'ex bomber di sedersi in panchina. Se Klinsmann riuscirà a presentare quel foglio sarà in panchina a Berlino per Hertha-Bayern, altrimenti dovrà guardare la sua squadra dalla tribuna.

Perché Klinsmann potrebbe saltare Hertha-Bayern

‘Sport Bild' ha scritto che la federazione attende un certificato da Klinsmann. Non un foglietto qualunque. Perché la ‘DFB' attende la certificazione della partecipazione ai corsi d'aggiornamento da allenatore dell'ex bomber, che quei corsi li ha frequentati. Ma serve la prova, che però è in California, dove Klinsmann vive da tanti anni.

Klinsmann dice di aver inviato il certificato via mail

Klinsmann ha gettato acqua sul fuoco delle polemiche, sui canali ufficiali dell'Hertha ha fatto sapere che la mail con le certificazioni necessaria lui l'ha già inviata alla federazione, che però adesso dovrà dare una risposta:

Quando sono salito sull'aereo per Berlino a fine novembre, non pensavo di averne bisogno, perché non sapevo che sarei diventato allenatore dell'Hertha. La licenza è da qualche parte nella mia casa in California, in qualche cassetto. La troveremo di nuovo. Ho già inviato via e-mail le informazioni di cui la DFB ha bisogno.

Quando Jurgen Klinsmann divenne c.t. della Germania

Oggi la Federazione gli chiede il certificato di presenza ai corsi d'aggiornamento, ma quando lo scelse come c.t. nel 2004 puntò su un ex grande calciatore che dopo l'addio al calcio giocato mai si era seduto su una panchina e che non aveva grande esperienza, tanto che gli fu affiancato come vice Loew, che poi prese il suo posto.