Sul volo per Torino, che riporta a casa la Juventus dopo la vittoriosa trasferta di Roma, c'è anche il volto contrariato di Paulo Dybala. L'attaccante argentino, autore di una buona partita, non ha infatti digerito il cambio ordinato da Maurizio Sarri al minuto numero 69. Di fronte alla decisione del tecnico, che ha preferito giocare l'ultima parte di gara con Higuain in campo, l'ex Palermo non ha reagito bene ed uscendo dal terreno di gioco si è messo la mano davanti alla bocca e ha rivolto, secondo Sky, parole non proprio gentili nei confronti di Sarri e del suo vice Martusciello.

Il caso, destinato a far discutere, arriva tra l'altro in un momento decisamente favorevole per la ‘Joya' che aveva conquistato la fiducia del mister con partite convincenti e alcune reti pesanti. In attesa delle parole di Maurizio Sarri in merito all'episodio dell'Olimpico, Paulo Dybala ha così confermato la sua allergia alle sostituzioni e alla panchina: un problema che era già emerso anche nella vecchia gestione di Massimiliano Allegri.

I precedenti con Allegri

La memoria di molti tifosi bianconeri è infatti andata anche al feeling non proprio solido che il numero 10 bianconero ha avuto con l'ex allenatore. L'argentino e il tecnico di Livorno si sono infatti spesso trovati in situazioni imbarazzanti, che hanno alimentato non poche polemiche. Nel gennaio 2017, ad esempio, l'attaccante si rifiutò di stringere la mano ad Allegri dopo un cambio (a 13 minuti dal termine) durante la sfida contro il Sassuolo.

Due anni più tardi, nel febbraio scorso e in occasione della partita dell'Allianz Stadium tra Juventus e Parma, dopo aver capito che per lui non ci sarebbe stato spazio Dybala lasciò anzitempo la panchina per dirigersi negli spogliatoi. Una decisione che generò la risposta sarcastica dello stesso Allegri: "Non l'ho neanche visto, avrà avuto freddo".