Conquistata la vittoria a San Siro nel secondo big match di campionato, la Juventus può ora aspettare la sfida contro il Bologna senza particolari ansie. Tra i giocatori in giro per l'Europa, e impegnati con le partite di qualificazione a Euro 2020, il più felice di questo successo colto a San Siro è Miralem Pjanic. Atteso dal doppio impegno con Finlandia e Grecia, prima di ritrovare l'Italia in novembre, il giocatore di Maurizio Sarri ha raccontato il suo ultimo weekend a Radio Sarajevo.

"È andato tutto bene, abbiamo battuto l'Inter e finalmente siamo al primo posto – ha spiegato il bianconero nell'intervista concessa all'emittente – La nostra squadra è la migliore in Italia, vogliamo essere in testa alla classifica e da domenica siamo dove dobbiamo essere. Parliamo di un club che è tra i primi tre o quattro del mondo. I nostri obiettivi sono alti, non solo in questa stagione, ma ogni anno. Vogliamo vincere tutti i trofei e ci proveremo di nuovo quest'anno".

Il sogno della Champions e di Euro 2020

Dopo aver mandato un messaggio affettuoso al suo compagno di nazionale Edin Dzeko ("Gli auguro una buona guarigione, ci mancherà molto ma non abbiamo tempo per piangere. Chi lo sostituirà non dovrà farlo rimpiangere"), Miralem Pjanic ha poi fissato il suo obiettivo principale per questa stagione appena cominciata: "Il mio sogno è essere tra i migliori centrocampisti al mondo e vincere la Champions League, magari già quest'anno. Essere campione d'Europa e sollevare quel trofeo è il mio grande sogno, spero di farcela".

Nel corso dell'intervista, il giocatore ha infine parlato anche delle due partite che attendono la sua nazionale: "Entrambi i match sono importanti e solo vincendole entrambe possiamo ritornare in gara per il secondo posto. Dobbiamo credere in noi stessi. Non sarà facile, ma sappiamo di poterlo fare. Dobbiamo prendere tutti e sei i punti in queste due partite, solo così potremo restare in gioco per qualificarci direttamente con l'Italia per il nostro primo campionato europeo".