Centrato l'obiettivo di chiudere degnamente il girone di Champions League, e in attesa dell'imminente sorteggio di Nyon grazie al quale conoscerà la sua avversaria negli ottavi di finale, la Juventus di Maurizio Sarri può ora concentrarsi sul campionato e sull'imminente sfida contro l'Udinese. Per i 90 minuti che i campioni d'Italia giocheranno all'Allianz Stadium contro i friulani, il tecnico bianconero dovrà però inventarsi il centrocampo a causa di alcune assenze importanti.

Un problema non da poco per il mister di Figline Valdarno: reduce dal ko di Roma e sempre impegnato nel recuperare il terreno perso nei confronti dell'Inter di Conte. Le assenze in mezze al campo, hanno così alimentato in alcuni tifosi la speranza di poter vedere qualche acquisto importante nella prossima sessione invernale di mercato. A spegnere le illusioni del popolo juventino, sono però arrivate le parole del direttore sportivo Fabio Paratici.

Paratici esclude colpi di mercato

A margine della partita di Champions giocata a Leverkusen, il dirigente bianconero ha infatti escluso un'intervento del club nel mese di gennaio: "Come ho già detto altre volte, abbiamo una rosa competitiva e completa – ha spiegato Paratici davanti ai microfoni di Sky – Abbiamo Emre Can e Khedira, che rientrerà. Non c'è nessuna intenzione di operare nella finestra di gennaio".

Per i novanta minuti contro l’Udinese, Maurizio Sarri dovrà dunque fare a meno di pedine fondamentali per la sua mediana. Contro i friulani mancheranno infatti lo squalificato Pjanic e l'infortunato Rodrigo Bentancur: uscito malconcio dalla battaglia con la Lazio e assente nel prossimo turno di campionato. Due assenze che costringeranno Sarri a dare spazio a Rabiot nel vertice basso del suo centrocampo: un ruolo che l'ex Paris Saint-Germain ha già provato nei mesi scorsi durante la preparazione estiva della Juventus.