Dopo l'ultima partita di campionato giocata a Firenze, tutti i tifosi bianconeri erano in attesa del responso medico relativo alle condizioni fisiche di Douglas Costa e Miralem Pjanic. A dare notizie in merito alla gravità dell'infortunio del brasiliano, uscito per infortunio nei primi minuti di Fiorentina-Juventus, è stato lo stesso club campione d'Italia con un comunicato pubblicato sul sito ufficiale.

"Douglas Costa ha riportato una lesione muscolare di medio grado al muscolo semimembranoso della coscia destra; tra 15 giorni verranno effettuati nuovi controlli per definire con precisione i tempi di recupero". Di fronte alla comunicazione della società bianconera, è dunque ipotizzabile uno stop di almeno un mese per l'esterno ex Bayern Monaco: una tegola non da poco per Maurizio Sarri, che sin da subito aveva fatto intendere di voler puntare molto sul ventinovenne giocatore verdeoro.

Bernardeschi si scalda

Se per Douglas Costa le notizie arrivate dal centro medico juventino non sono certo confortanti, per Miralem Pjanic il discorso è invece diverso. Uscito anche lui dal campo del Franchi per problemi fisici, poco prima dell'intervallo, il centrocampista bosniaco non ha invece subìto lesioni muscolari. Il giocatore si è oggi allenato a parte, e ovviamente la sua presenza per il match con l’Atletico Madrid in Champions League resta in dubbio.

In vista della trasferta al Wanda Metropolitano di Madrid, nelle scorse ore Maurizio Sarri ha lavorato con la squadra alla Continassa, mettendo a punto gli ultimi dettagli tattici della partita di mercoledì. Senza Douglas Costa, il tecnico dovrebbe schierare dall'inizio Federico Bernardeschi. Non destano invece preoccupazioni le condizioni di Danilo e Higuain: entrambi tornati da Firenze acciaccati, ma comunque a disposizione per l'esordio in Champions League.