La sosta delle nazionali non ha certamente aiutato la Juventus. Venerdì durante Bosnia-Italia si è infortunato Pjanic, che è già tornato a Torino, ma che difficilmente sarà in campo sabato prossimo contro l'Atalanta. Ha riportato un infortunio anche il brasiliano Alex Sandro, sostituito nel corso del ‘Superclasico' Brasile-Argentina. Il difensore rimarrà con la nazionale di Tite, anche se non sarà a disposizione per la prossima amichevole, quando ritornerà a Torino verrà valutato con attenzione dai medici bianconeri.

Alex Sandro ko in Brasile-Argentina

Non arrivano buone notizie per la Juventus. Due giorni fa giocando l'amichevole Brasile-Argentina si è infortunato Alex Sandro. Il calciatore è stato sostituito al 64′. Il club bianconero ha saputo che Alex Sandro ha riportato una lesione all'adduttore della coscia destra. Con la nazionale il calciatore inizierà le prime cure, ma quando sarà in Italia verrà valutato dallo staff medico juventino. Sono ancora incerti i tempi di recupero. Saranno determinanti gli esami strumentali che il laterale di Sarri effettuerà al J Medical.

Quante partite potrebbe saltare Alex Sandro

Per la Juventus adesso inizierà un periodo di fuoco. I bianconeri dovranno disputare otto partite in un mese. La prima di questo lungo ciclo la giocheranno contro l'Atalanta sabato prossimo, l'ultima in Arabia Saudita con la Lazio, in palio ci sarà la Supercoppa Italiana. In mezzo ci saranno sfide intriganti come quella di Champions con l'Atletico Madrid, vale il primato del girone, e quella di campionato con la stessa Lazio. Quindi in qualunque caso potrebbe prevalere la linea della prudenza. Alex Sandro contro i nerazzurri alla ripresa del campionato sarà assente, bisognerà capire quale sarà l'entità dello stop, solo così si potrà quantificare l'assenza. Se Alex Sandro si fermerà per un mese dovrà saltare in blocco quasi tutte le partite in programma da qui alla fine dell'anno.