Una situazione quasi paradossale perché Emre Can era stato uno degli acquisti più importanti da parte di Max Allegri e oggi, a distanza si qualche mese è un esubero di lusso per la gestione di Maurizio Sarri che non lo vede nella sua rosa. Tanto che, malgrado i diversi infortuni e le assenze in mediana per il giocatore c'è stato davvero pochissima considerazione, tanto da escluderlo nelle liste della Champions League e non convocarlo per il campionato.

Dal mercato alla voglia di Juventus

Tante anche le voci di mercato, che vorrebbero a gennaio un avvicendamento ma sembra che tutto si consumerà solamente a fine stagione, nel calciomercato estivo quando le strade tra Emre Can e la Juventus si divideranno. Bel frattempo, il centrocampista ha promesso di dare il tutto per tutto per la causa bianconera, malgrado la situazione sia effettivamente complicata.

Sono al momento un giocatore della Juventus e come tale mi comporterò. Ovviamente non sono soddisfatto della situazione, ma continuo a spingere sull'acceleratore e a dare il 100% in allenamento.

Giocare, anche per non perdere la nazionale

Dopo la partita vinta 6-1 dalla Germania contro l'Irlanda del Nord, il centrocampista della Juventus Emre Can è tornato a parlare del suo futuro nel club campione d'Italia dove non gioca, aspetto che al momento non ha inficiato sulle scelte del commissario tecnico Loew che lo ha sempre convocato. L'ex Liverpool, non ha mai giocato così poco in carriera: dall'inizio di questa stagione ha collezionato appena 4 presenze con i bianconeri e non è stato inserito in lista Champions League e – molto probabilmente – non dovesse muoversi a gennaio, non ne farà parte nemmeno per la seconda fase

Sto cercando di cambiare la mia situazione, nessun giocatore è felice quando non gioca, e questa è la mia situazione a Torino in questo momento. Cambiare? Non lo so, io mi vedo qui ma a gennaio potrebbe cambiare un po' tutto