Prima con Max Allegri, adesso con Maurizio Sarri. E dire che spesso e volentieri nelle varie sessioni di mercato è sempre con la valigia in mano, pronto a trasferirsi, per poi restare e giocare tutte le partite della stagione. E' Alex Sandro, difensore brasiliano di fascia che in bianconero ha il posto assicurato. Non perchè è un privilegiato o un raccomandato ma semplicemente perché si riesce a guadagnare posto e fiducia con prestazioni di livello.

Stakanovista del campo, come Cr7

Anche con l'avvento di Maurizio Sarri l'esterno verdeoro non appare assolutamente in discussione, anzi. Se ci sono dubbi o perplessità è su altri laterali da De Sciglio a Danilo: Alex Sandro può dormire sonni tranquilli perché i numeri fino a qui raccolti dal brasiliano parlano per lui (quarto per minutaggio nell'ultimo anno dietro a Szczesny, Bonucci e CR7). Il brasiliano è un ‘senatore' del primo minuto, gioca sempre e spesso lo fa con prestazioni di qualità.

Mai in panchina, nemmeno con Sarri

Una sicurezza, sulla fascia, tanto da diventare un intoccabile anche per l'ex allenatore del Napoli che, si sa, da sempre predilige cimentarsi su una rosa di fedelissimi molto ristretta a 13-14 unità. Nella Juventus potrebbe dunque capitare di vedere esclusi nomi ‘pesanti' – così come è già accaduto per le liste Champions come per Emre Can o Mandzukic – o altri sedersi in panchina, come sta accadendo spesso a Paulo Dybala.

Contro la Fiorentina regolarmente in campo

Contro la Fiorentina, Alex Sandro avrà il suo posto certo nell'undici titolare. Dopotutto nella attuale rosa della Juventus non c'è un reale sostituto per caratteristiche e qualità. Poco importa che arriverà magari stressato dal lungo viaggio transoceanico visti gli impegni con la nazionale brasiliana: il rientro alla Continassa è previsto per venerdì. 24 ore dopo ci sarà il ritorno in campionato con il delicato match di Firenze. Ma Alex Sandro sarà regolarmente in campo.