Al momento non sono felice. Non sto giocando molto al contrario della scorsa stagione, nella quale ho giocato gare importanti facendo bene. Non ho ancora avuto la mia occasione, ma credo che l'avrò al mio ritorno.

Dalla Germania Emre Can si sfoga e fa sentire la sua opinione sul momento che sta vivendo alla Juventus. Il centrocampista ha parlato nella zona mista dopo l'amichevole tra la nazionale tedesca e l'Argentina disputata a Dortmund e finita con il risultato di 2-2. La sfida del Signal Iduna Park ha visto titolare il tedesco di origine turca e in campo per 90 minuti e, per questo motivo, il calciatore classe 1994 ha voluto ringraziare Joachim Low per la fiducia che ripone in lui: "Sono molto grato a Low perché mi ha convocato pur non giocando molto. Mi ha dato una chance, per questo sono felice di essere sceso in campo".

Emre Can: Le ultime parole di Sarri fanno piacere

Da Juventus-Atletico Madrid dello scorso anno a Inter-Juventus, che lo ha visto impiegato solo nei minuti finali, sembra passata una vita: Emre Can è stato impiegato solo 78′ in questa stagione e il fatto di essere rimasto fuori dalla lista dei giocatori per la prima fase di Champions League lo ha particolarmente turbato. Subito dopo la decisione di Maurizio Sarri il centrocampista aveva provato una "exit strategy", si è parlato tanto di un possibile approdo al Barcellona, ma era troppo tardi. Probabilmente lo stesso calciatore tedesco fatica a capire cosa sia accaduto le sue parole riportate da SportMediaset sono piuttosto eloquenti sul suo stato d'animo attuale:

Penso che per me arriveranno momenti migliori anche con la Juventus. Adesso che tornerò dalla Nazionale spero di giocare più minuti e non vedo l'ora, perché mi sento in forma e penso di poter aiutare la squadra. Le ultime parole di Sarri fanno piacere, anche se finora non ho giocato molto nella Juventus, ma sono fiducioso e so di poter dare una mano alla squadra quando giocherò. Spero di farlo presto.