Sembra essersi risolto nel migliore dei modi il caso Cristiano Ronaldo. Dopo la sostituzione nella gara con il Milan, la seconda consecutiva in seguito a quella di Mosca in Champions League, i rapporti erano piuttosto tesi ma il fuoriclasse portoghese ha trovato il goal numero 99 e la qualificazione ad Euro 2020 con la sua nazionale che hanno addolcito la settimana di CR7.

Le polemiche per quella discussa sostituzione in Juventus-Milan con successivo abbandono dello stadio prima del fischio finale sembrano un lontano ricordo ma era stato lo stesso Ronaldo a cercare di creare un argine al caso con le sue dichiarazioni rilasciate due giorni fa dopo la sfida vinta in Lussemburgo:

Nelle ultime tre settimane sono stato limitato. Non ci sono state polemiche, sapete che a nessuno piace essere sostituito… Ho cercato di aiutare la Juventus anche da infortunato, a nessuno piace uscire ma capisco dato che non stavo bene. Anche col Portogallo mi sono sacrificato perché se non avessimo vinto queste due partite rischiavamo di essere eliminati.

Secondo quanto riportato dal quotidiano Tuttosport, a provocare quelle parole potrebbe essere stato il colloquio avuto con il vicepresidente della Juventus, Pavel Nedved, poche ore prima: il dirigente bianconero avrebbe telefonato all'ex Real Madrid per complimentarsi con lui e gettare acqua sul fuoco dopo le recenti discussioni sul suo comportamento.

Il gesto fatto da Nedved sarebbe stato molto apprezzato da Cristiano Ronaldo e così l'ascia di guerra è stata sotterrata per fare spazio ad una ritrovata pace. Al rientro in Italia il campione lusitano offrirà una cena ai compagni di squadra, che dovrebbe tenersi tra mercoledì sera o giovedì oppure la settimana prossima dopo la gara di Champions League contro l'Atletico Madrid. Dopo qualche giorno di incertezza sembra essere tornato il sereno anche in casa Juventus.