Dallo scorso settembre Emre Can vive quasi da separato in casa con la Juventus. Il centrocampista sta vivendo una situazione particolare esattamente da quando è stato escluso dalla lista Champions, con il tempo un po’ di spazio lo ha trovato e sembra debba entrare invece nei calciatori per la lista definitiva, dovrebbe prendere il posto di Khedira, ma il giocatore comunque non sembra convinto di questo ruolo da riserva di lusso e starebbe pensando all’addio.

Emre Can chiede un confronto alla Juve

Secondo quanto scritto da ‘La Gazzetta dello Sport’ il giocatore tedesco avrebbe chiesto un incontro ai dirigenti bianconeri, vuole capire se riuscirà a ottenere maggiore spazio in questa seconda parte di stagione, in cui la Juventus avrà moltissimi impegni, essendo impegnata su tre fronti. Il centrocampista però non è stato schierato da Sarri nemmeno nella partita degli ottavi di Coppa Italia con l’Udinese, in cui Bernardeschi è stato impiegato come mezzala. Emre Can vorrebbe delle garanzie maggiori perché teme di perdere il posto per Euro 2020, faticosamente è rientrato nel giro della nazionale e ora non vorrebbe scivolare fuori dai 23 del c.t. Löw.

La stagione di Emre Can, e i no a Milan e Fiorentina

Il centrocampista, che ha appena festeggiato il ventiseiesimo compleanno, sembra abbia detto di no in questi ultimi giorni sia al Milan che alla Fiorentina, che gli avevano offerto un posto titolare e un contratto di sei mesi. Emre Can, obiettivo ‘storico’ del Paris Saint Germain vuole capire che intenzioni hanno il tecnico e la società, se non avrà certezze potrà chiedere già la cessione in questa sessione di mercato. Finora ha disputato solo 8 partite, tutte in campionato, sulle 27 disputate fin qui dai bianconeri con Sarri, per un totale di 279 minuti, la media di minuti per ogni partita è bassissima meno di 35 minuti per ogni gara.