L'African Football Confederation (CAF) ha ufficializzato mercoledì scorso che la Coppa d'Africa del 2021, che si giocherò in Camerun, si terrà tra i mesi di gennaio e febbraio e questa decisione preoccupa tanti club che vantano tra le loro fila calciatori del continente africano. A palesare i dubbi, le perplessità e le preoccupazioni maggiori è stato Jürgen Klopp: l'allenatore del Liverpool è molto preoccupato per le conseguenze che questa decisione potrà avere sulla sua squadra. Per questo motivo il manager tedesco ha affermato che "l'organizzazione della Coppa d'Africa a gennaio e febbraio è una catastrofe per noi, poiché ci farà perdere tre giocatori". Il club campione d'Europa e del mondo e attuale leader della Premier League potrebbe perdere a stagione in corso tre pedine fondamentali come Sadio Mané (Senegal), Mohamed Salah (Egitto) e Naby Keita (Guinea).

L'edizione 2019, in cui l'Algeria è stata proclamata campione dopo aver sconfitto proprio il Senegal di Sadio Mané in finale, la competizione si è svolta in Egitto tra il 21 giugno e il 19 luglio ma in vista della prossima edizione la CAF ha deciso di tornare alle date invernali, che lasciano molte squadre europee senza alcuni degli uomini chiave a metà stagione.

Klopp chiede un incontro sulla Coppa d'Africa 2021

Jurgen Klopp ha dichiarato che "la FIFA, l'UEFA e le federazioni di ogni paese devono incontrarsi per risolvere questo problema". L'allenatore del Liverpool era già stato molto critico nei confronti del calendario che le squadre devono affrontare oggi molto carico di impegni e proprio il tecnico tedesco ha dovuto farne le spese: il manager dei Reds  lo scorso 17 dicembre 2019 ha scelto di giocare i quarti di finale della League Cup con gli Under 23 (eliminata con un netto 5-0 dall'Aston Villa) perché la prima squadra era impegnato il giorno successivo, il 18 dicembre 2019, la semifinale della Mondiale per club contro Monterrey in Qatar.