Italia qualificata a Euro 2020 da prima classificata, ormai inarrivabile, nel gruppo J. La Nazionale di Roberto Mancini ha battuto per 2-0 la Grecia grazie alle reti di Jorginho e Bernardeschi. Gara più difficile del previsto per gli Azzurri, stasera in campo con la nuova maglia verde, che hanno avuto pazienza e sono riusciti a sbloccarla a metà ripresa staccando il biglietto per il torneo continentale. Settima vittoria consecutiva, 20 goal fatti e 3 subiti: questi i numeri della rappresentativa azzurra in questo girone.

Come già ampiamente anticipato, grazie a questa vittoria la selezione italiana ha centrato la qualificazione agli Europei del prossimo anno e si tratta di un record assoluto per la nostra Nazionale: nessuno aveva timbrato il pass per un torneo con tre gare d'anticipo e i ragazzi del Mancio possono essere orgogliosi di questo traguardo. Tutto questo in virtù della sconfitta della Finlandia in Bosnia nel pomeriggio (4-1) e del pareggio dell'Armenia in casa del Lichtenstein.

Le formazioni iniziali di Mancini e van't Schip

Gli Azzurri del Mancio sono scesi in campo con il 4-3-3: Donnarumma tra i pali; D'Ambrosio, Bonucci, Acerbi e Spinazzola sula linea difensiva; Verratti, Jorginho e Barella in mediana a supporto del tridente Chiesa-Immobile-Insigne. Consueto 4-3-1-2 per John van't Schip con Bakakis, Chatzidiakos, Siovas e Stafylidis a difesa della porta di Paschalakis, Zeca, Courbelis, Bouchalakis a centrocampo con Bakasetas a supporto del tandem d'attacco Limnios-Koulouris.

Le formazioni di Italia–Grecia. (sofascore.com)
in foto: Le formazioni di Italia–Grecia. (sofascore.com)

Pochi spazi per gli Azzurri, Grecia messa bene in campo

La prima parte di gara ha visto i ragazzi di Roberto Mancini in difficoltà perché gli ellenici hanno occupato il campo in maniera egregia e con 10 calciatori sotto la linea della palla hanno intasato gli spazi nella loro metà campo. Italia in costante possesso del pallone ma con enormi difficoltà del creare un'occasione pericolosa per la porta di Paschalakis. Un problema fisico per Chiesa ha portato Mancini a effettuare la prima sostituzione al 39′: l'esterno offensivo della Fiorentina ha accusato un risentimento muscolare e al suo posto è entrato Federico Bernardeschi.

Grande chance per la Grecia poco prima del 15′ con la conclusione da distanza ravvicinata di Limnios sulla quale si è fatto trovare pronto Gigio Donnarumma, che ha respinto la conclusione con un intervento bello ed efficace.

Jorginho-Bernardeschi: l'Italia vola a Euro 2020

La prima vera conclusione pericolosa della Nazionale è arrivata al 55′ con un colpo di testa di Immobile deviato in angolo da Paschalakis ma pochi minuti dopo i greci sono andati molto vicino al vantaggio con Koulouris, che ha calciato a lato da buona posizione su assist del propositivo di Limnios. Al 62′ la svolta della partita: Bouchalakis ha respinto col braccio un tiro di Insigne nella sua area di rigore e l'arbitro russo Karasev ha assegnato il penalty. Sul dischetto si è portato Jorginho che ha spiazzato il numero uno ellenico e ha fatto esplodere l'Olimpico.

Il raddoppio degli Azzurri è arrivato al 78′ con Bernardeschi: l'esterno offensivo della Juventus ha ricevuto il pallone da Bonucci e dalla sua zolla preferita ha lasciato partire un tiro forte e preciso che si è infilato nell'angolo lontano della porta di Paschalakis dopo una deviazione. Non succede granché nel finale, a parte un tiro di Insigne respinto molto bene dal portiere greco.

Da martedì in Lichtestein potrebbero iniziare le rotazioni di cui il commissario tecnico ha parlato a settembre per capire quali uomini faranno parte del gruppo che prenderà parte alla manifestazione continentale il prossimo giugno. L'Italia è una delle due squadre a punteggio pieno in queste qualificazioni: oltre agli Azzurri ha fatto "en plein" solo il Belgio.