Il Commissario Tecnico della nazionale inglese Gareth Southgate nella sua gestione ha svecchiato tantissimo la sua squadra. Rooney ha lasciato lo scorso giugno, Cahill ha tremato, ma alla fine la sua esperienza è stata premiata. Joe Hart è stato invece fatto fuori e il Mondiale non lo giocherà. L’ex portiere del Torino non ha chance di andare in Russia. Perché sono stati scelti Pickford, forse il titolare, Butland e Pope. Mentre Heaton è l’alternativa, in caso di forfait dei tre prescelti. E Hart ha voluto esprimere tutto il suo malcontento e la sua delusione per la scelta di Southgate. Con un lungo post apparso sul suo profilo Twitter il numero uno degli Hammers ha scritto:

Non sto dicendo bugie, sono devastato. Dopo due anni in cui ho cercato di reagire a situazioni difficili, è davvero dura per me accettare questa decisione. Sono orgoglioso di aver giocato ogni minuto nelle qualificazioni con la mia squadra e so di aver contribuito agli ottimi risultati. Buona fortuna alla squadra. I giocatori sanno che anche se non ci sarò, avrò la maglietta dell’Inghilterra e farò il tifo per voi. Nessuna paura e tanto orgoglio.

La delusione di Hart è più che comprensibile. Il Mondiale è il sogno di tutti, figuriamoci di chi ha giocato 75 partite con la propria nazionale e che in carriera ne ha disputato uno, nel 2014, che certamente non passerà alla storia in positivo. Quattro anni fa l’Inghilterra perse contro Italia e Uruguay e pareggiò contro Costa Rica, e naturalmente con questi risultati uscì nel girone. Però la decisione di Southgate pare corretta. Pickford è il portiere del futuro e del presente, Butland se non si fosse infortunato seriamente sarebbe stato il titolare all’Europeo e forse avrebbe tolto il posto a Hart molto tempo fa, mentre Pope è stato una rivelazione assoluta.

A post shared by Joe Hart (@joehartofficial) on