"Rottura del legamento crociato del ginocchio destro". Il comunicato ufficiale del club toglie ogni speranza: stagione finita per Jesé Rodriguez, tutto rimandato alla prossima. Che le condizioni della stella del Real Madrid fossero abbastanza gravi lo si era intuito già dalla prima diagnosi che lo staff medico aveva formulato prima di ulteriori esami strumentali. Stop previsto, almeno sei mesi. E nell'anno che conduce al Mondiale è una vera maledizione. In mezzo ci sarà il lungo calvario di riabilitazione dopo essere finito sotto i ferri. Il crac, la fitta e il dolore fortissimo lo ha costretto alla resa dopo appena due minuti dall'inizio della sfida di Champions League tra Real Madrid e Schalke o4. Sembrava una serata tranquilla, in virtù del 6-1 che aveva archiviato la qualificazione ai quarti già all'andata, invece per i ‘blancos' e per il calciatore s'è rivelato un match da incubo.

Jesé infortunato al ginocchio in uno scontro di gioco

Tutto è successo su azione di calcio d'angolo quando Kolasinac, nel tentativo di contrastare Jesé, gli frana addosso è in quel momento che il ginocchio dello spagnolo compie una torsione impropria. La partita del talento madrileno svezzato nel Castilla finisce lì: Jesé proverà a rientrare in campo ma, impossibilitato a poggiare il piede per terra, viene trasportato a braccio e poi in barella nello spogliatoio.

Dal Real Madrid Castilla alla prima squadra, la carriera di Jesé

Nonostante la grande concorrenza in rosa di calciatori del calibro di Bale, Di Maria e Cristiano Ronaldo, Jesé era riuscito comunque a ritagliarsi uno spazio in prima squadra conquistando la fiducia del tecnico Ancelotti. Per gli amanti delle statistiche il sito Transfermarkt ne traccia il profilo tecnico-tattico: esterno d'attacco a sinistra (che, all'occorrenza, può essere impiegato come punta centrale oppure esterno a destra) ha partecipato a 27 gare ufficiali in questa stagione (tra Coppe e campionato) e ha segnato 8 gol. Un difetto? Pure lui ogni tanto ha qualche colpo di testa, come quando nel 2011 venne espulso per aver preso a calci un avversario (Gregory) nella sfida tra il Real Madrid Castilla e lo Sporting Gijon. Da allora, però, è cresciuto tanto che su di lui aveva messo gli occhi l'Arsenal che avrebbe voluto portarlo in Premier League ma il Real ha detto no.

Jesé idolo dei ‘giovani manager' nel videogame Fifa

Fifa 12, Fifa 13, Fifa 13 potential, Fifa 14: nelle ultime edizioni del popolare videogame Jesé è uno dei calciatori più apprezzati, di quelli che fanno impazzire i giovani manager che sognano di allenare i campioni del Real Madrid e le stelle del calcio internazionale. Ma l'infortunio di Jesé, questa volta, è reale.