Non è certamente un periodo fortunato per l'Inter di Antonio Conte. Dopo gli infortuni che hanno costretto allo stop Danilo D'Ambrosio e soprattutto Alexis Sanchez (quest'ultimo reduce dall'operazione e atteso da un'assenza di quasi tre mesi), nelle ultime ore si è nuovamente fermato Stefano Sensi. Il centrocampista ex Sassuolo, uno dei migliori in questo inizio di stagione nerazzurro, avrebbe dovuto riprendere il suo posto in occasione della trasferta di Reggio Emilia contro la sua ex squadra, ma un piccolo fastidio alla coscia destra durante l'allenamento di ieri lo ha ancora una volta spedito in infermeria.

A comunicare lo stato di salute del ventiquattrenne di Urbino è stata la stessa società milanese, che in una nota ufficiale ha parlato della risonanza magnetica di controllo a cui si è sottoposto il giocatore e del risentimento del muscolo psoas della gamba destra evidenziato dagli esami effettuati nella giornata di oggi.

Quando potrà rientrare Stefano Sensi

Dopo l'elongazione dell'adduttore sinistro, rimediata durante il big match del Meazza contro la Juventus, Stefano Sensi ha dunque accusato un problema all'altra gamba e sarà costretto a saltare nuovamente i prossimi impegni della formazione di Antonio Conte. In attesa di nuovi controlli medici, che verranno svolti nei prossimi giorni, il nazionale azzurro salterà certamente la partita di campionato contro il Sassuolo di Roberto de Zerbi e l'impegno di Champions League con il Borussia Dortmund: in programma mercoledì 23 ottobre, alle ore 21.00, allo stadio San Siro.

La speranza dello staff medico dell'Inter è quella di recuperare il giocatore e renderlo disponibile per la partita della nona giornata di campionato (in casa contro il Parma), o la massimo per quella successiva di martedì 29 ottobre con il Brescia dell'ex Mario Balotelli.