Conte? Abbiamo fatto bene a toglierlo alla Juve, però non mi convince.

Sandro Mazzola, bandiera interista, non è convinto della scelta di Antonio Conte come tecnico nerazzurro e lo ha dichiarato all'indomani della sconfitta dell'Inter nel derby d'Italia con la Juventus per 2-1 nella trasmissione radiofonica di Radio 1 "Un Giorno da Pecora". L'ex calciatore e dirigente del Biscione ha espresso delle perplessità riguardo l'attuale allenatore nerazzurro ed ex tecnico e calciatore della Juve:

 Quando parla mi sembra parli ancora con gli juventini invece che con quelli dell’Inter. Mi sembra ancora juventino. Si nasce juventini e si nasce interisti, è difficile cambiare. È gobbo? Eh, mi sembra che l’hai individuato bene. È gobbo dentro, anche da come guarda la partita. Vorrebbe parlare da juventino, poi si accorge che è all’Inter e parla da Inter.

Mazzola sposta il discorso sulla questione arbitri, tirando in ballo anche l'ultimo match di San Siro e a chi gli chiede se Conte protesta con gli arbitri pensando di essere ancora alla Juve risponde così:

Come hai fatto ad indovinare il mio pensiero. Alla Juve bastava guardare l’arbitro e gli davano il rigore, qui non funziona così. All’Inter non funziona così. Anche ieri l’arbitro ha favorito la Juve, cavoli se l’ha favorita, ma che partite vedete?

Mazzola: Ci manca Icardi

C'è grande discussione intorno alla prestazione di ieri di Romelu Lukaku, che non ha convinto i tifosi nerazzurri e tutti gli osservatori e subito è scattato il paragone con Mauro Icardi. Dopo essere stato presente e protagonista in diverse sfide ai rivali bianconeri ieri non c'era l'argentino che quest'anno è in prestito al Paris Saint-Germain dopo le frizioni con la società dallo scorso inverno fino ad agosto: "Manca, mi piaceva molto, lo preferisco a Lukaku".