Per Luciano Spalletti saranno settimane intense perché tra Roma e Juventus si deciderà di fatto il cammino dell'Inter all'interno di questo campionato che sta tenendo tutti con il fiato sospeso per la lotta Champions League. Lo scudetto è oramai assegnato ai bianconeri cui basta un semplice punto per festeggiarlo contro la Fiorentina allo JStadium. Il Napoli è sempre più solitario al secondo posto senza timori alle spalle. L'unica gara ancora accesa è quella che riguarda il terzo e quarto posto, cioè le qualificazioni alla prossima Champions.

Prima la Roma, poi la Juve: Spalletti si gioca tutto

Che passa certamente dalla sfida diretta tra Inter e Roma ma che per i nerazzurri avrà significato anche facendo punti importanti con la Juventus. Per Spalletti, dunque, si tirano i conti. Marotta ha detto che è un tecnico saldo, che centra gli obiettivi richiesti. Fiducia, sì ma con i fatti che confermeranno le parole dell'ad interista. Altrimenti, aria di cambiamento. Intanto il tecnico sta preparando la sfida ai giallorossi con un occhio al campo e uno in infermeria. Se in attacco finalmente non c'è più allarme, ciò che preoccupa è l'assetto in mediana, laddove l'Inter deve costruire manovra. Abbondanza di punte tra Lautaro, Icardi e Keita, con i giallorossi Spalletti dovrà ancora fare a meno di Brozovic sicuramente.

Brozo punta la Juve, Borja la Roma

Il centrocampista croato, che è fermo da più di una settimana, con ogni probabilità non sarà disponibile per Inter-Roma, visto che anche nella giornata di giovedì ha lavorato a parte. Il reale obiettivo è mettere il derby d'Italia con la Juve nel mirino, altra gara fondamentale per la stagione nerazzurra. Al contrario, invece, è quasi sicuro il recupero di un altro eccellente infortunato Borja Valero. L'infortunio come era emerso dagli esami svolti lunedì scorso ormai è da considerarsi alle spalle e sarà probabilmente lui a guidare la mediana nerazzurra contro la Roma.