L'addio tra Mauro Icardi e l'Inter è arrivato senza non pochi sussulti. Il tutto si è consumato nelle ultime 24 ore disponibili di calciomercato, sul fil di lana col passaggio in prestito al Psg dell'argentino. Un colpo di coda che ha liberato l'Inter dal ‘peso' indesiderato di un giocatore che era stato escluso dal progetto tecnico da mesi e che ha permesso a Icardi di ritrovare un club che crede in lui e che gli permetterà di giocare. Il tutto, rimandando polemiche e confronti fra 12 mesi, quando ci si siederà ancora una volta attorno ad un tavolo per parlare.

Intanto a parlare ci pensa Lautaro Martinez che di Mauro Icardi è connazionale, ex compagno di club e compagno di Nazionale. In attesa ovviamente, che ‘Maurito' riconquisti l'accesso alle convocazioni e una maglia dell'Argentina. Il ‘Toro' ha voluto ricordare gli ultimi giorni dell'ex capitano nerazzurro all'Inter, in quello che per tutti è stato un tira e molla tra giocatore e club nel quale non si è mai compreso fino in fondo le reali motivazioni di un simile contenzioso.

Icardi e la voglia di Inter

Intervistato da TYC Sports dopo l'amichevole giocata con la maglia dell'Argentina contro il Cile a Los Angeles, il numero 10 dell'Inter ha parlato della separazione tra Icardi e l'Inter e  ha rivelato una sensazione riguardante il suo ormai ex compagno di squadra: "Da ciò che mi risulta e so, Mauro voleva restare assolutamente all'Inter. Voleva restarci per poter giocare".

L'accordo tra giocatore e club

Parole che confermano l'intenzione di Icardi di non cedere alle lusinghe del calciomercato (ha rifiutato Real, Premier League, Napoli, Roma, Juventus) per poi cedere solo alla fine alla corte parigina una volta compreso che sarebbe stato un anno di passione e tribuna in casa interista. Adesso tutto sembra essersi chetato, con la causa intenta ritirata nel momento del trasferimento e il prolungamento di contratto che ha reso soddisfatto anche il club di Suning.

Momento top in Nazionale e nell'Inter

Non mi aspettavo di giocare così tanto. Sono partito dalla panchina e poi ho trovato spazio tra i titolari, nonostante non avessi giocato molto con il club. Tridente con Messi e Augero? Un sogno ad occhi aperti

Intanto, Lautaro si gode il suo momento clou. In Nazionale così come all'Inter ha spazio per giocare con continuità e poter dimostrare tutte le proprie potenzialità. Se con l'Argentina tutto sembra meno complicato, in nerazzurro dovrà convincere fino in fondo Antonio Conte che ha diverse scelte tra cui la coppia Lukaku-Sanchez. Proprio col belga si affina sempre più l'intesa e con il cileno, il ‘Toro' dovrà dividersi il posto libero.