L'Inter di Antonio Conte assomiglierà molto a quella di Josè Mourinho. Al momento sulla carta, dove sono state stilate le direttive del neo allenatore nerazzurro che non transige sui suoi metodi di gestione del gruppo, prima, durante e dopo gli allenamenti. Per arrivare alla partita nel modo migliore, alla ricerca di risultati garantiti per ritornare al successo con costanza.

Con l'insediamento dell'ex Chelsea, dunque, anche Suning si appresta a compiere un ulteriore salto in alto, alzando l'asticella della società. Avere Conte in panchina significa sposarne direttive precise, conosciute da sempre e che l'allenatore pugliese ha portato con sè sia alla Juve che al Chelsea, passando per la Nazionale.

Appiano blindata, concentrazione sempre al massimo

L'osservanza maniacale ai particolari lo avvicina a Mourinho. Ci sarà assoluta osservanza delle scelte compiute da lui e dal suo staff soprattutto durante la settimana, quando Appiano Gentile verrà di nuovo blindato da occhi indiscreti. Un regime di riservatezza che dovrà spingere gli appartenenti al gruppo di concentrarsi su un unico particolare: l'onore della maglia. Un senso di appartenenza che il Conte professionista ha creato ovunque sia andato, ritenendo il club per cui è stipendiato, il migliore in assoluto.

Spogliatoio coeso, nessun nuovo caso Icardi

Chi lo conosce, chi lo ha già ‘provato' in Nazionale, chi lo ha avuto nel club sa perfettamente che il ‘metodo Conte' non transige eccezioni e all'Inter – intesa come società nel suo insieme – ciò non può fare che bene. Mai più, dunque un ‘caso' Icardi, spogliatoio spezzato o malumori che inficiano il rendimento. E' per questo che l'argentino non sembra avere chance di restare: Conte non si può permettere di avere un elemento che crei frizioni, di alcun genere.

Cibo, social, orari: tutto sotto controllo

Per ottenere i risultati (al momento garantiti visto che ovunque ha allenato ha vinto subito) ci sarà un coprifuoco anche sull'utilizzo dei social network (altro elemento che allontana Icardi), così come verrà monitorata la giornata di ogni giocatore. In allenamento obbligando tutti ad una ripetizione di schemi e movimenti fino alla nausea, nella giornata monitorando la dieta, gli orari e i divertimenti.