Roma-Juventus non sarà la partita che chiuderà il girone d'andata della Serie A 2019/2020 (c'è Parma-Lecce in programma domani e, nel mese di febbraio, Lazio-Verona ancora da recuperare) ma sarà decisiva ai fini dell'assegnazione del titolo platonico di squadra ‘Campione d'inverno‘. A contenderselo l'Inter, reduce dal pareggio contro l'Atalanta nell'anticipo della 19ª giornata, e appunto la Juventus, impegnata all'Olimpico contro la Roma. I nerazzurri attualmente guidano la classifica un punto di vantaggio sulla squadra di Sarri, ma tutto dipenderà dal risultato del posticipo. La Vecchia Signora potrebbe scavalcare i rivali in caso di vittoria oppure restare inchiodata al secondo posto qualora dovesse uscire sconfitta dal confronto con la Roma. Il terzo scenario è interessante: in caso di arrivo a pari punti chi tra Inter e Juventus sarebbe ‘Campione d'inverno'?

Campione d'inverno: cosa dice il regolamento

L'arrivo a pari punti di Inter e Juventus al termine del girone d'andata sarebbe un caso interessante dal punto di vista regolamentare, perchè il criterio che viene seguito per determinare le posizioni di classifica a fine anno non è lo stesso che viene applicato nel corso del girone d'andata. In caso di arrivo a pari punti al termine della stagione sono gli scontri diretti a definire la posizione di classifica finale. Nel girone d'andata, non essendosi ancora disputata la partita di ritorno, viene invece presa in considerazione la differenza reti. Dopo 19 giornate, in questo caso specifico, è l'Inter a vantare una miglior differenza reti rispetto alla Juventus (parametro che resterebbe invariato in caso di pareggio della Juve contro la Roma): +24 per la truppa di Conte, +18 per i bianconeri. In altre parole, alla Juventus non resta che vincere. Ma questo era già nei piani di Sarri e dei suoi uomini.