Se due indizi fanno una prova, allora i segnali che arrivano dalla Premier League confermano cole l'Inter sia davvero vicina alla chiusura positiva del doppio colpo di mercato in Inghilterra. Né Ashley Young né Olivier Giroud sono stati convocati rispettivamente da Manchester United e Chelsea in occasione della giornata odierna di campionato, una prova ulteriore del fatto che sia l'uno sia l'altro sono in procinto di cambiare maglia in questa sessione invernale di trattative.

A che punto è la trattativa dell'Inter con Young

A 34 anni il calciatore dei Red Devils (15 presenze tra Premier League ed Europa League) è molto attratto dalla possibilità di cambiare aria, cimentarsi in un nuova avventura (assieme all'ex compagno di squadra Lukaku) e di mettere nero su bianco in calce a un contratto di 18 mesi che lo legherebbe all'Inter fino al giugno 2021.

  • Conte ha già detto sì a un'operazione del genere, convinto di avere a disposizione un uomo di esperienza e grande duttilità tattica che aveva messo nel mirino quando allenava il Chelsea. Non inganni l'atteggiamento di Solskjaer che nei giorni scorsi sembrava fare muro rispetto a un'ipotesi di addio, in realtà la posizione del calciatore è molto chiara: vuole solo l'Inter.

Giroud a un passo dai nerazzurri, balla un milione

Da un difensore a un attaccante, l'altro nome molto caldo sul taccuino di mercato è quello del campione del mondo con la Francia, Olivier Giroud. Rispetto a Young, la trattativa è in fase molto più avanzata. Come il giocatore del Red Devils anche la punta ex Arsenal è rimasta fuori squadra (non ha preso parte alla partita fra Chelsea e Burnley).

  • Il francese, capocannoniere della scorsa edizione di Europa League, sta solo aspettando che tra le società ci sia la classifica fumata bianca. Ci sarà a breve, il tempo di limare gli ultimi dettagli di un'intesa praticamente sancita tra l'offerta dei nerazzurri (4 milioni + 1 di bonus) e la richiesta degli inglesi (5 milioni + 1 di bonus).

L'Inter attende una risposta anche da Eriksen

Tutto qui? No, perché l'Inter potrebbe piazzare un clamoroso filotto qualora riuscisse a convincere Eriksen ad accettare il trasferimento in nerazzurro. Operazione quest'ultima in fase meno avanzata rispetto alle precedenti. L'Inter, però, ha già recapitato un'offerta di contratto al calciatore (che chiede un ingaggio da 10 milioni netti a stagione) non disposto a rinnovare il contratto col Tottenham. In scadenza a giugno, gli Spurs chiedono 20 milioni per lasciarlo partire a gennaio.