Ashley Young è un calciatore importante, che può elevare il tasso tecnico dell'Inter, ma non sarà in campo a Lecce. Matteo Politano, rimasto in nerazzurro dopo il fallimento della trattativa con la Roma per Spinazzola, non ha margini per trovare spazio. Nella conferenza stampa di vigilia della sfida contro i pugliesi, Antonio Conte uno degli aspetti più importanti di queste ore: il calciomercato. Nell'attesa che da Londra arrivino ulteriori, buone notizie per Eriksen (il danese non figura nella formazione titolare schierata con il Watford), il tecnico salentino non fa menzione dell'operazione ma si sofferma sugli ultimi movimenti ufficiali. A cominciare dall'esterno del Manchester United: 34 anni, ha firmato un contratto per i prossimi 6 mesi con opzione per la stagione successiva. Domenica debutterà in campionato? Ecco la replica di Conte che fissa anche una data precisa in calendario.

Non posso inserirlo immediatamente per la trasferta – ha ammesso l'allenatore, spiegando quali sono le ragioni della sua scelta -. Questa Inter lavora da mesi e lui è appena arrivato. Young farà allenamento oggi e domenica, da settimana prossima entrerà nel nostro progetto e diventerà eventualmente disponibile per la prossima contro il Cagliari.

In quali condizioni è arrivato in nerazzurro? Quanto tempo occorrerà a Ashley Young per mettersi al passo dei compagni di squadra? E soprattutto, riuscirà ad ambientarsi in fretta anche nell'assetto tattico dell'Inter? Questi ai quali Conte risponde in maniera chiara.

Il suo ruolo non veicola difficoltà tattiche, non ci sono troppi compiti da svolgere. Non giocava molto al Manchester United e l'unico problema può essere quindi legato ad una condizione giusta. Però posso dire che per me Young è pronto. Stiamo parlando di un giocatore molto esperto, ha 34 anni e ha avuto un suo percorso importante. E' sicuramente affidabile e abbiamo bisogno di giocatori così.

Ancora un riferimento al mercato, questa volta diretto a due dei protagonisti delle ultime voci: Vecino – finito nella lista delle possibili cessioni – e poi Politano – rimasto spiazzato dal mancato accordo tra Inter e Roma per lo scambio di mercato. Cosa succederà adesso all'ex Sassuolo? Conte è molto sincero anche al riguardo.

Vecino non sarà a disposizione, mentre Politano sa che io ho fatto una scelta tecnica e sono rimasto su quella posizione – ha concluso Conte -. Lui era già convinto di essere a Roma, voleva essere lì e andrà gestito nei prossimi 12 giorni. Cercheremo di vedere cosa si può fare.