La Premier League, il Liverpool, il sogno di giocare accanto al connazionale Firmino. Gabigol ha le idee chiare sul futuro: l'Inter non lo considera parte integrante del progetto ma una sorta di salvadanaio da rompere per ricavare un po' di soldi da reinvestire (così come per Icardi e Nainggolan), lui non ha rimpianti e si prepara alla prossima avventura. Magari in Inghilterra, meta che adesso può anche permettersi di sognare dopo essersi rilanciato al Flamengo: 31 gol in 38 partite, vittoria del campionato e più ancora della Copa Libertadores in calce alla quale ha lasciato la firma con le sue reti. A Milano non s'è mai ambientato, oggi vale almeno 40 milioni. E in un'intervista al tabloid The Sun strizza l'occhio ai Reds e al torneo d'Oltremanica.

È un campionato che mi piace molto – afferma il brasiliano – e ne seguo sempre le partite. Sarebbe bello giocare in Premier League, in uno dei migliori tornei al mondo, che ogni giocatore sogna di vincere.

E dove gli piacerebbe giocare? Facile, facile dare una risposta: nel Liverpool di Klopp dove ritroverebbe il compagno di nazionale, Firmino. Certo, dovrebbe ‘sgomitare' per inserirsi nel meccanismo perfetto dei Reds e più ancora nel tridente completato da Salah e Mané ma Gabigol sente che oggi può tutto.

Firmino è fantastico, un attaccante potente, eccezionale per il Brasile. Sarebbe un piacere giocare con lui… forse potremmo far coppia nel Brasile ed il Liverpool è un club per cui tutti vorrebbero giocare.

In attesa capire cosa farà a breve e quale sarà la prossima maglia che indosserà, Gabigol si concentra sul presente e una missione ancora da compiere con la maglia del Flamengo.

Il 2019 è stato un anno magico, mi sento un calciatore nuovo – ha concluso Gabigol -. Speriamo di finire la stagione con un trofeo. Ora però la mia attenzione è rivolta al Mondiale per Club, penserò al futuro dopo questa competizione. Non mi pento della scelta di essere andato in Europa non ho mai abbassato la testa di fronte alle difficoltà e so quanto posso migliorare ancora.