Benvenuti al "Lukaku show". L'Inter ha battuto il Cagliari 4 a 1 nella sfida valida per gli ottavi di finale della Coppa Italia 2019/2020 e ha staccato il pass per il turno successivo. Una doppietta dell'attaccante belga e le reti dei senatori Borja Valero e Ranocchia hanno permesso alla squadra di Antonio Conte di raccogliere ampi consensi e tanti applausi da parte del pubblico di San Siro. Prestazione opaca per i ragazzi di Rolando Maran, che hanno raccolto la quinta sconfitta consecutiva tra campionato e coppa. Nel prossimo turno i nerazzurri affronteranno la vincente della sfida tra Fiorentina e Atalanta.

Lukaku e Borja chiudono subito la gara: l'Inter c'è

L'Inter ha sbloccato il match dopo 23": sulla traiettoria del retropassaggio errato di Oliva si è inserito Romelu Lukaku, che con un gran tiro di sinistro ha trafitto Olsen sul secondo palo e ha fatto esplodere San Siro. Il gol del centravanti belga è il più rapido da inizio partita segnato in tutta la stagione tra Serie A e Coppa Italia.

Pochi minuti dopo al numero 9 nerazzurro stato annullato il gol del 2-0, per una posizione di fuorigioco sul cross dalla destra di Dimarco, ma il raddoppio della squadra di Conte è arrivato al 22′ con Borja Valero: il centrocampista spagnolo ha deviato in rete un cross di Barella e ha firmato la sua seconda rete in stagione.

Lukaku non è sazio, quinta doppietta stagionale

La squadra nerazzurra non ha abbassato il ritmo nella ripresa e dopo pochi minuti ha trovato il terzo goal: Lukaku ha firmato la sua personale doppietta sfruttando al meglio il cross di Barella e così il numero 9 dell'Inter è diventato uno dei cinque giocatori dei top-5 campionati europei ad aver già realizzato cinque marcature multiple in stagione in tutte le competizioni.

Il Cagliari ha trovato la rete del 3-1 al 72′ con Christian Oliva: il centrocampista uruguagio ha infilato la palla alle spalle di Handanovic di destro dopo un bel colpo di tacco di Cerri. L'unico pericolo per la porta nerazzurra, prima del gol, era arrivato da una potente conclusione di Radja Nainggolan, che aveva centrato il palo dai venti metri. All'80' è arrivato il poker dell'Inter con Andrea Ranocchia, che di testa ha battuto Olsen e ha messo la sua firma sulla qualificazione ai quarti.

L'Inter si è mostrata determinata e convinta della gara che voleva fare fin da subito e, sicuramente, la rete dopo pochi secondi ha messo la gara in discesa. Buone le prove di Alexis Sanchez, che non giocava titolare dalla gara contro la Sampdoria del 28 settembre scorso, e Federico Dimarco, che si è ben disimpegnato sulla corsia di sinistra nonostante il poco minutaggio che Antonio Conte gli ha concesso quest'anno.

Il tabellino di Inter-Cagliari

RETI: 1′ e 49′ Lukaku; 22′ Borja Valero (I); 72′ Oliva (C); 80′ Ranocchia.

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, Ranocchia, Skriniar; Lazaro, Barella, Brozovic (70′ st Sensi), Borja Valero, Dimarco (78′ Biraghi); Lukaku, Sanchez (69′ Esposito). A disposizione: Padelli, Berni, de Vrij, Martinez, Pirola, Agoumè, Candreva, Bastoni. Allenatore: Conte.

CAGLIARI (4-3-2-1): Olsen; Faragò, Pisacane, Walukiewicz, Lykogiannis; Nandez (80′ st Birsa), Oliva, Ionita (80′ st Joao Pedro); Nainggolan, Castro (46′ Rog); Cerri. A disposizione: Rafael, Cragno, Cigarini, Klavan, Pellegrini, Simeone. Allenatore: Maran.

ARBITRO: Chiffi di Padova.