La chiusura del calciomercato, per quanto riguarda la finestra di trasferimenti estivi, ha visto l’Inter riuscire a piazzare colpi importanti sia in entrata che in uscita. Specie la cessione di Icardi al Psg. Ma parte questa operazione, i nerazzurri sono stati in grado di portare a Milano quasi tutti gli obiettivi di Marotta e Conte. Da Lukaku a Sensi, passando per Barella e anche Lazaro. Senza dimenticare Godin che era comunque già certo di vestire la maglia dell’Inter dalla passata stagione. Vediamo dunque il bilancio di mercato dell’Inter.

I nuovi arrivi in casa nerazzurra

Ben 8 facce nuove hanno varcato per la prima volta la Pinetina. Partendo dalla difesa, già prima di cominciare la preparazione con Conte, era arrivato Godin, svincolato dall’Atletico Madrid. A centrocampo invece Sensi e Barella con Lazaro, esterno destro, preso dall’Herta Berlino per 22 milioni.

FIGHT! @nicolo_barella ⚫️🔵 #SS12 #inter

A post shared by Stefano Sensi (@stefanosensi12) on

Tralasciando il riscatto di Politano, tra i giovani è arrivato anche Lucien Agoumè e il ritorno di Biraghi in prestito. Davanti, con Lukaku preso per 65 milioni, è arrivato anche Alexis Sanchez in prestito. Una vera e propria campagna acquisti mirata in ogni ruolo.

Cessioni prestigiose fino all’ultimo giorno

Le cessioni in casa Inter non sono state poche. Nella rosa della scorso anno non compaiono più i nomi eccellenti di Nainggolan (Cagliari), Perisic (Bayern Monaco) e Joao Mario ceduto alla Lokomotiv Mosca.

Con Karamoh al Parma poi, Miranda in Cina allo Jiangsu e i vari Dalbert (in prestito alla Fiorentina) con Keita, Cedric e Vrsaljko non riscattati, è stata la cessione di Icardi nell’ultimo giorno di mercato a segnare un autentico colpo in uscita per i nerazzurri che hanno visto finire Maurito al Psg (in prestito con diritto di riscatto a 70 milioni) dopo un’estate infuocata. Da ricordare, inoltre, il colpo in uscita da 12,5 milioni di Vanheusden allo Standard Liegi.

Il colpo sfumato è stato Dzeko. Ma forse anche Dybala

Sembrava invece certo l’arrivo di Edin Dzeko che già a luglio avrebbe dovuto indossare la maglia dell’Inter. E invece, dopo il rinnovo del bosniaco con la Roma, non se n’è fatto più nulla. Con Edin, probabilmente è stato anche Dybala il colpo mancato. Marotta contava di chiudere per il fantasista della Juve inserendolo in uno scambio con Icardi. Ma tra il malcontento dei tifosi e la voglia dell’ex Palermo di restare, Paratici ha optato per tenerlo in bianconero.

Cosa manca allora a questa Inter?

Con l’arrivo di Biraghi sulla sinistra e di Sanchez in attacco, a questa Inter mancherebbe davvero poco. Forse una quarta punta che possa far tirare il fiato a Lautaro, Lukaku e Sanchez. Il tecnico ha però individuato in Politano, l’unico capace di adattarsi al ruolo di seconda punta. Insomma, una valida alternativa.