Una giornata di squalifica o anche di più. Non è solo Lautaro Martinez a rischiare la punizione più severa da parte del Giudice Sportivo ma anche Antonio Conte. L'attaccante dell'Inter era una furia per il doppio giallo e l'espulsione arrivati al termine della gara contro il Cagliari: protestava per il gioco duro non sanzionato agli avversari, si ritrova col rischio concreto di saltare – oltre all'Udinese, domenica prossima – anche il derby col Milan e peggio anche il big match contro la Lazio. Che c'entra il tecnico? Perché anche lui può incorrere nelle decisioni della commissione? Basta avvolgere la sequenza videoclip e ripercorrere cosa è accaduto in quel finale di gara caotico, dove i nerazzurri schiumano rabbia.

Oltre Lautaro anche Conte è a rischio squalifica

Il dirigente, Oriali, fa fatica a tenere alcuni calciatori ‘a distanza di sicurezza'. Si frappone fra loro e il direttore di gara, ci riesce a stento. La situazione peggiora quando dal capannello spunta anche la sagoma dell'allenatore. Conte si avvicina al direttore di gara, sembra quasi volerlo affrontare a muso duro. Lo tallona, urla qualcosa. Manganiello si accorge di cosa sta accadendo, si ferma e si volta per un attimo poi prosegue verso il tunnel che conduce allo spogliatoio. È in quel momento che l'ex ct della Nazionale sembra venire a contatto con il ‘fischietto', a dividerlo – come si evince dalle foto – c'è il braccio di Oriali. Provvidenziale, per evitare guai peggiori.

Quali e quante partite rischia di saltare Conte

Cosa rischia Conte? Molto dipenderà dalla valutazione dell'episodio e da cosa scriverà lo stesso arbitro Manganiello nel referto. Potrebbe anche solo bastare riportare fedelmente quanto accaduto perché in quei frangenti così burrascosi può essere stato detto di tutto… Il tecnico dell'Inter va incontro a una giornata di squalifica (salterebbe la partita con l’Udinese), possibile anche una sanzione più dura in caso di esternazioni più gravi. E in quel caso vedrebbe dalla tribuna il derby del 9 febbraio contro il Milan.