Anno nuovo vita nuova per Wayne Rooney. Conclusa la sua esperienza nella Major League Soccer americana, il trentaquattrenne attaccante inglese ha infatti cominciato a prendere confidenza con lo staff tecnico e i giocatori del Derby County: la sua nuova squadra. Come già annunciato nello scorso agosto, l'ex giocatore del Manchester United e della nazionale inglese ha infatti lasciato gli States per mettersi alla prova nella Serie B inglese, prima di diventare assistente allenatore dei ‘Rams'.

In attesa del suo esordio in Championship, il 2 gennaio contro il Barnsley, Rooney ha parlato ai microfoni di Sky Sport UK raccontando il suo stato d'animo a poche ore dal debutto: "Ho un contratto di 18 mesi. Dopo potrei anche continuare, chissà, dipenderà dal mio fisico. Oggi mi sento bene. Non ho perso una sessione di allenamento da due anni. Mi alleno da alcune settimane e sono pronto a giocare, sento che il mio corpo è pronto".

Rooney in allenamento – Twitter giocatore
in foto: Rooney in allenamento – Twitter giocatore

Rooney pronto a lasciare il segno anche in Championship

Uno degli obiettivi del ‘Wonder Boy' di Liverpool, prima di sedersi in panchina a fianco di Cocu, sarà quello di risollevare le sorti del Derby County: oggi fermo in classifica a pochi punti dalla zona calda. "Penso di poter aggiungere qualità ed esperienza alla squadra. La Championship è un campionato che ho sempre visto ed è un po' diversa dalla Premier League: prima di tutto ci sono molte più partite, poi per quanto riguarda la qualità, probabilmente non sarà buona come la Premier, ma non è da disprezzare".

"Devi lottare per ottenere risultati e non ho alcun problema – ha concluso Wayne RooneyPenso che sarà simile alla MLS americana, lo scoprirò a breve. Se farò anche l’aiuto coach di Cocu? Cercherò di dargli una mano, qui mi danno l’opportunità di farlo, di continuare a giocare e allo stesso tempo studiare da allenatore. Poi quando mi ritirerò penserò a guidare una squadra da solo".