Reduce dall'ennesima grande partita e dal suo 17esimo gol in campionato, Romelu Lukaku sta continuando a provocare rimpianti e rimorsi tra i tifosi del Manchester United. L'attaccante dell'Inter, decisivo anche nel recente derby, ha infatti dimostrato di essere un giocatore devastante e non un ‘peso' come la dirigenza dei ‘Red Devils' aveva fatto credere a tutti.

A mettere il club di Old Trafford davanti al suo grande errore, sono stati i tabloid inglesi: in primis il ‘Sun'. "Lukaku si è trasformato nell’attaccante che il Manchester United pensava di aver comprato e di cui avrebbe disperatamente bisogno ora – ha scritto il periodico londinese – Romelu ha perso peso, ma non l’abilità nel segnare che si era sopita all’Old Trafford e i numeri parlano da soli".

Lo sbaglio dello United

"Una nuova dieta a base di pesce, patate dolci, pasta e verdure crude ha fatto miracoli – ha aggiunto il ‘Sun' – Un modulo di gioco che gli si addice, un allenatore come Antonio Conte che sa come ottenere il meglio da lui e una maggiore attenzione al suo corpo e ai suoi bisogni. Idee che difficilmente si possono definire rivoluzionarie. Queste sono riflessioni che lo United avrebbe sicuramente potuto fare e applicare anche facilmente da sé. Ora devono prendersi a calci da soli".

La nuova alimentazione di Lukaku

La straordinaria condizione fisica del nazionale belga, è stata al centro anche della disamina pubblicata dal ‘The Telegraph': "Lo United e Lukaku non erano riusciti a rendersi conto che la ragione per cui l’attaccante risultava così appesantito era legata al suo sistema digestivo ‘malfunzionante'. I risultati del nuovo programma di alimentazione sono stati chiari quando Lukaku si è tolto la maglia e l’ha appesa alla bandierina del calcio d’angolo dopo aver segnato il gol finale nella vittoria per 4-2 sul Milan domenica sera. Non c’è traccia di nessun gonfiore. In effetti, assomiglia al Lukaku di Everton".