Allegri rischia di non avere Emre Can nella gara d’andata dei quarti di finale di Champions League con l’Ajax. Il centrocampista tedesco si è infortunato alla caviglia nel corso del match di campionato con il Milan. "Ha una distorsione – ha rivelato il tecnico Massimiliano Allegri -. L'assenza di Cancelo? Doveva giocare, poi ha avuto un piccolo risentimento e ho preferito tenerlo fuori. Ronaldo sta meglio, ci sono buone possibilità che contro l'Ajax ad Amsterdam giochi".

L’infortunio di Emre Can contro il Milan

Una partita molto sfortunata per il giocatore tedesco che è stato costretto a uscire al 26’. Il primo colpo lo subisce all’8’. Le sue condizioni, quando si rialza, non sembrano delle migliori. Ma l’ex Liverpool ci vuole provare e sembra anche stia abbastanza bene e invece dopo un secondo colpo è costretto a dare forfait. A testa bassa Emre Can esce dal campo, viene sostituito dal connazionale Khedira al ritorno in campo dopo oltre un mese e mezzo di stop. Non si ferma nemmeno in panchina il centrocampista che adesso spera di recuperare per il match con l’Ajax.

Emre Can rischia di saltare il match di Champions con l’Ajax

Nelle prossime ore il centrocampista tedesco effettuerà gli esami strumentali e scoprirà l’entità del problema alla caviglia. Naturalmente tutto l’ambiente bianconero teme che Emre Can sia costretto a dare forfait per il match dei quarti di Champions League con l’Ajax, in programma mercoledì 10 aprile. La Juventus ha più di un giocatore ai box, soprattutto Cristiano Ronaldo, e può perdere Emre Can anche per il ritorno, in programma il 16 aprile, allo Stadium.

La stagione di Emre Can

In crescendo l’annata del giocatore tedesco che dopo essere stato operato per un nodulo alla tiroide ha ritrovato il campo e con il tempo è diventato un giocatore importante per Allegri. 31 partite in stagione per Emre Can, 23 in campionato, 4 i gol, segnati in Serie A, quello più pesante al Napoli nella sfida disputata al San Paolo un mese fa. Gli altri contro Chievo, Sassuolo e Udinese, su calcio di rigore.