È mano grave del previsto l'infortunio subito dal centrocampista della Roma, Amadou Diawara, al ginocchio sinistro. Costretto ad abbandonare il campo sostenuto da membri dello staff medico, il calciatore e tutto l'ambiente giallorosso erano in apprensione per le sue condizioni. Il timore – alla luce di quanto accaduto di recente – era che avesse riportato la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro. Gli esami svolti a Villa Stuart subito sventato questa ipotesi ed evidenziato una lesione del menisco mediale: sarà operato lunedì mattina.

L’infortunio di Diawara

Al 29’ del primo tempo Diawara si ferma, si accascia sul terreno di gioco dell’Olimpico. Cosa è successo al centrocampista? L’ex del Napoli chiama con urgenza i medici giallorossi perché il fallo subito pochi secondi prima da Cigarini lo ha messo ko. Diawara non riesce ad alzarsi da solo, viene accompagnato, mentre è in lacrime, a braccia fuori dal campo. Il ginocchio sinistro gli fa molto male, il timore è che abbia riportato lesione o addirittura lesione del legamento crociato. Presto si scoprirà la verità. Il giocatore ha lasciato subito lo stadio e si è diretto a Villa Stuart dove ha effettuato quegli esami strumentali che hanno avuto esito meno traumatico del previsto.

I problemi della Roma

L'infortunio di Diawara – sia pure meno grave – rappresenta l'ennesimo intoppo per i giallorossi Perché Fonseca non ha tante alternative in mezzo al campo e ha già perso Lorenzo Pellegrini, fuori due mesi. Ai box anche Mkhitaryan e Zappacosta, che si è rotto il crociato.

I tanti infortuni al ginocchio dei calciatori della Roma

Se sarà confermata la rottura del crociato di Diawara, che in quel caso dovrebbe fermarsi per almeno quattro mesi, la maledizione giallorossa continuerà. Perché dal 2014 a oggi sono una quindicina i calciatori della Roma che hanno subito questo tipo di problema al ginocchio, il primo fu Strootman, che si infortunò due volte come Florenzi, riportarono seri infortuni al ginocchio anche Rudiger, Mario Rui e Emerson Palmieri.