Nulla è fermo nella vita, figuriamoci tutto quello che ruota attorno al pallone. Una stagione indovinata o una negativa può far salire o calare drasticamente il valore di mercato di ogni calciatore. Come chi sa bene chi gioca al fantacalcio ci sono degli attaccanti che quest’anno stanno deludendo parecchio (Dybala, Mertens, Icardi) e il loro valore di mercato è drasticamente calato. In picchiata anche Insigne e Milinkovic-Savic.

Dimezzato il valore di Mertens

Il Cies, l’osservatorio del calcio mondiale, tenendo conto di vari parametri per la valutazione (dall’età alla nazionalità, ma fondamentale sono anche il rendimento e e la situazione contrattuale). Dries Mertens, autore di 28 gol con il Napoli di Sarri nel 2017, valeva 87 milioni un anno fa, adesso ne vale poco più della metà: 45, 2 milioni. Dybala un anno fa era valutato 165 milioni, adesso dopo un’annata tutt’altro che brillante ne vale circa 10 in meno.

In calo anche Icardi, Insigne e Milinkovic

Icardi nel 2018 era quotato 109 milioni di euro, adesso ne vale venti in meno. Netto calo per Lorenzo Insigne, che paga la crisi realizzativa calando da 114 a 103,2 milioni. Perde valore anche il ‘Cholito’ Simeone passato da 56 a 49 milioni. Male anche Milinkovic-Savic che prima dei Mondiali era quotato 75 milioni (c’era pure chi pensava di pagarlo 100 milioni) e ora è sceso a 47.

Zaniolo, Chiesa e Cutrone, valore in crescita

L’Italia deve ripartire dai giovani, ce ne sono tanti di belle speranze che secondo il Cies hanno avuto un’impennata. Zaniolo un anno fa era quotato 3,5 milioni di euro, oggi è giunto fino a 20. In crescita anche Federico Chiesa passato da 52 a 71 milioni. In salita anche Barella del Cagliari, da 13 a 23 milioni, e i giovani e già affermati milanisti Cutrone da 8,8 a 51 milioni e Romagnoli da 24,8 a 39 milioni.

In crescita il valore di Nicolò Zaniolo.
in foto: In crescita il valore di Nicolò Zaniolo.